EventsEventiPodcasts
Loader
Seguiteci
PUBBLICITÀ

Messico: depenalizzato il consumo di marijuana. "Una sentenza storica"

Cannabis depenalizzata in Messico
Cannabis depenalizzata in Messico Diritti d'autore euronews
Diritti d'autore euronews
Di euronews
Pubblicato il Ultimo aggiornamento
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
Copia e incolla il codice embed del video qui sotto:Copy to clipboardCopied

Fumare la cannabis non è più un reato. La Corte Suprema messicana ha dichiarato incostituzionale la legge che lo proibiva, dopo mesi di discussioni politiche

PUBBLICITÀ

In Messico d’ora in poi consumare marijuana per uso ricreativo non sarà più un reato. La Corte suprema ha infatti approvato con un voto a maggioranza la legalizzazione della cannabis per gli adulti, con una decisione che lo stesso presidente del massimo tribunale messicano, Arturo Zaldívar, ha definito «una sentenza storica per il trionfo della libertà».

La decisione della Corte è arrivata dopo mesi di dibattito politico intorno a una legge più ampia sulla depenalizzazione della vendita e del consumo di marijuana, che però era rimasta bloccata in Senato. La decisione della Corte ora obbligherà il ministero della Salute e la Commissione federale per la Protezione dai rischi sanitari (Cofepris), a emanare regolamenti che facilitino l’uso ricreativo della cannabis, assoggettandola a regole simili approvate per altre sostanze come le bevande alcoliche.

In altre parole sarà proibito il consumo in pubblico, davanti a minori o a terze persone che si sentano offese da tale uso, nonché dovrà essere vietata la guida di veicoli o macchinari pesanti alle persone che ne fanno uso regolarmente.

Un lungo processo

La decisione della Corte Suprema arriva dopo che il Congresso messicano non è riuscito ad approvare una legge sulla questione prima della scadenza del 30 aprile fissata dalla Corte Suprema. Il 10 marzo la Camera dei Deputati aveva approvato un disegno di legge in tal senso. Il testo era in attesa di votazione al Senato, che lo aveva già approvato a novembre, ma doveva riprenderlo dopo diversi emendamenti introdotti dalla Camera bassa. Il coordinatore parlamentare del partito Morena, al potere, ha affermato che la legge emanata dalla Camera dei deputati "conteneva incongruenze".

Il Congresso deve ancora legiferare sulla questione. "La decisione non pregiudica il quadro della giustizia penale e lascia un vuoto giuridico per quanto riguarda il consumo, la coltivazione e la distribuzione della cannabis", ha dichiarato su Twitter Mexico United Against Crime.

Il Messico conta 126 milioni di abitanti ed è precipitato in una spirale di violenza dal 2006, quando l'allora governo federale lanciò una controversa operazione militare antidroga. Da allora ha registrato più di 300.000 omicidi.

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Il governo messicano fa causa alla lobby Usa delle armi

Messico violento: le "ronde" dei cittadini contro i narcotrafficanti (e López Obrador non fa niente)

Spagna, sommergibile carico di droga: arrestati quattro trafficanti colombiani