EventsEventiPodcasts
Loader
Find Us
PUBBLICITÀ

Gli inconvenienti del mestiere dei potenti, quando la folla diventa aggressiva

L'ex presidente francese Hollande
L'ex presidente francese Hollande Diritti d'autore L'ex presidente francese Hollande
Diritti d'autore L'ex presidente francese Hollande
Di Paolo Alberto Valenti
Pubblicato il Ultimo aggiornamento
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
Copia e incolla il codice embed del video qui sotto:Copy to clipboardCopied

Lo schiaffo al presidente francese Macron è solo l'ultimo episodio della serie "attacco all'uomo potente", non sfuggono nemmeno i papi oppure i super protetti presidenti degli Stati Uniti

PUBBLICITÀ

Il ceffone che il presidente francese Emmanuel Macron si è preso da un detrattore a sud di Lione è solo l'ultimo episodio della serie "attacchi all'uomo potente" messi in atto da chi riesce ad eludere le guardie del corpo di presidenti e premier.

Una galleria piuttosto lunga

Ne sa qualcosa anche l'ex presidente francese François Hollande "infarinato" il primo febbraio del 2012. Hollande stava firmando impassibile un contratto di beneficenza per la fondazione Abbé Pierre a Parigi.

L'attacco a Silvio Berlusconi e a Bush, la fedele invadente respinta da Papa Bergoglio

Se l'è vista più brutta nel dicembre del 2009 l'allora premier Silvio Berlusconi ferito al volto a Milano da un uomo che gli ha scagliato contro il pesante souvenir di una riproduzione del duomo meneghino. Intanto l'anno prima il presidente statunitense George W. Bush schivò entrambe le scarpe che Il giornalista iracheno Muntadhar al-Zaidi gli lanciò contro durante una conferenza stampa. Papa Francesco è stato nonostante l'età il più reattivo di tutti quando si divincolò con energia dalla donna che nel natale del 2019 lo afferrò malamente alle mani durante un bagno di folla.

Gli attacchi gravi

Ben peggio è andata a San Giovanni Paolo II colpito il 13 maggio 1981 in piazza San Pietro dal turco Mehmet Ali Ağca. Solo un tempestivo ricovero con operazione gli salvò la vita. L'attentato al presidente degli Stati Uniti Ronald Reagan, che precedette di appena sei settimane quello a Giovanni Paolo II, poteva anche avere un esito avverso. Reagan fu gravemente ferito a Washington da uno dei colpi d'arma di fuoco sparati da John Hinckley, uno squilibrato innamorato di Jodie Foster che con questo gesto voleva attirare l'attenzione dell'attrice.

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Schiaffi al presidente francese Macron. Arrestati due gilet gialli

Francia: a un anno esatto dalle elezioni, ecco gli sfidanti di Macron

Francia, ultimi impegni ufficiali per Hollande prima dell'addio all'Eliseo