ULTIM'ORA
Advertising
This content is not available in your region

La reazione di Tsykhounovskaya dopo il "tentato suicidio" di un oppositore in tribunale

euronews_icons_loading
La reazione di Tsykhounovskaya dopo il "tentato suicidio" di un oppositore in tribunale
Diritti d'autore  Mindaugas Kulbis/Copyright 2021 The Associated Press. All rights reserved.
Dimensioni di testo Aa Aa

Un attivista bielorusso, Stiapan Latypau, si auto-lesione il collo con una biro durante un'udienza in tribunale. Alcuni parlano di tentato sucidio. Secondo Sviatlana Tsikhanouskaya, la leader a interim dell'opposizione del Paese dell'Europa orientale, lo avrebbe fatto per attirare l'attenzione internazionale evitando così ritorsioni del regime contro i suoi famigliari

Dice Tsikhanouskaya: "questo dimostra che il livello della repressione in atto da 10 mesi non si placa. Anzi è in crescita, e serve solo a ricordarci che tutto questo non accadrebbe se le elezioni di agosto 2020 fossero state libere e trasparenti. È quindi tempo di chiedere elezioni anticipate come soluzione definitiva della crisi in Bielorussia."

Il regime di Lukashenko è sotto pressione, soprattutto dopo il dirottamento illegale del volo Ryanair Atene-Vilnius e il sequestro del dissidente e blogger bielorusso Roman Protasevič.

Mentre sono imminenti nuove sanzioni dell'Unione Europea contro il regime di Minsk, Lukashenko ha incontrato il presidente russo, Putin. Bruxelles e Washington potrebbero essere tentate di giocare la carta del Cremlino per ricondurre la politica repressiva di Lukashenko, con le buone o le cattive.