ULTIM'ORA
This content is not available in your region

Bielorussia, Tsikhanouskaya: "Dirottamento grave errore strategico del regime"

Di Euronews Agenzie:  AP
Il giornalista bielorusso Raman Pratasevich
Il giornalista bielorusso Raman Pratasevich   -   Diritti d'autore  Euroradio via AP
Dimensioni di testo Aa Aa

Il dirottamento di un aereo verso la Bielorussia per arrestare il giornalista Roman Pratasevich è stato "un errore enorme" da parte del regime perché ha riportato l'attenzione sulla crisi politica del paese. Lo ha detto a Euronews la leader dell'opposizione Sviatlana Tsikhanouskaya.

Le autorità bielorusse domenica hanno deviato un volo Ryanair da Atene a Vilnius mentre era in transito nel suo spazio aereo. Roman Pratasevich e la sua ragazza sono stati entrambi arrestati.

Parlando a Euronews martedì sera, Tsikhanouskaya ha detto che è stato "un errore enorme che lui (il presidente Alexander Lukashenko, ndr) abbia coinvolto i passeggeri di altri paesi in questo incidente perché ha aumentato la consapevolezza di questa situazione in Bielorussia".

"Bisogna guardare questa situazione non separatamente dalla situazione politica generale in Bielorussia, c'è una crisi politica e umanitaria in corso - ha detto Tsikhanouskaya -. La gente viene ancora torturata e quello che abbiamo visto con questo volo è il risultato dell'impunità del regime".

"Da dicembre - ha aggiunto la leader dell'opposizione - non ci sono stati eventi o conferenze o decisioni singnificative dai paesi democratici verso il regime e lui ha sentito di poter fare tutto quello che vuole".

I paesi occidentali hanno fortemente condannato il regime bielorusso per l'incidente, con l'Unione europea che ha presentato nuove sanzioni martedì e ha vietato alle compagnie aeree bielorusse di utilizzare lo spazio aereo e gli aeroporti della Ue. Le compagnie aeree occidentali hanno nel frattempo evitato di volare sulla Bielorussia.

Il Consiglio di Sicurezza delle Nazioni Unite si riunirà mercoledì per discutere la situazione. Minsk ha da parte sua respinto la condanna, sostenendo di rispettare il diritto internazionale. Le autorità hanno detto di aver deviato l'aereo per la minaccia di una bomba.

Una tesi sostenuta dalla Russia, membro permanente del Consiglio di Sicurezza dell'ONU, che ha descritto la reazione dei paesi occidentali all'incidente come "scioccante" e li ha accusati di ipocrisia. Pratasevich, 26 anni, è apparso in un video rilasciato dal regime bielorusso lunedì in cui dice che sta collaborando con gli investigatori e sta "confessando di aver organizzato disordini di massa a Minsk".

Il giornalista è il fondatore di un canale su Telegram che avrebbe avuto un ruolo chiave nell'organizzazione della massiccia mobilitazione contro Lukashenko dopo le elezioni presidenziali di agosto, giudicate fraudolente dall'Occidente.

I suoi genitori hanno detto di essere sicuri che la pressione fisica e psicologica è stata usata contro il loro figlio mentre era in custodia.

Tsikhanouskaya ha anche affermato Pratasevich è stato sottoposto a violenze per fargli ammettere le sue responsabilità: "Questi video sono il risultato di pressioni, fisiche o morali - ha detto la leader dell'opposizione - vediamo che il volto di Roman è pieno di lividi, il naso è rotto e la sua pelle è blu, quindi evidentemente è stato torturato e picchiato".