ULTIM'ORA
This content is not available in your region

In volo ai confini dello Spazio. Virgin Galactic completa primo lancio con equipaggio

euronews_icons_loading
La VSS Unity di Virgin Galactic durante il volo suborbitale
La VSS Unity di Virgin Galactic durante il volo suborbitale   -   Diritti d'autore  AP/AP
Dimensioni di testo Aa Aa

Un passo in più verso il turismo nello spazio e missione compiuta per Virgin Galactic.

La compagnia di Richard Branson ha portato a termine con successo il terzo volo di prova della VSS Unity, un tassello in più verso l'obiettivo di offrire voli spaziali suborbitali ai turisti. Sabato, la VSS Unity, per la prima volta con un equipaggio di due persone a bordo, è stata portata ad un'altitudine di circa 13 km da una portaerei. Usando il suo motore a razzo, la sonda ha raggiunto quindi un'altitudine di circa 89 km prima di fare ritorno in planata verso l'atmosfera e atterrare nel New Messico.

Virgin Galactic pensa di iniziare a proporre voli commerciali suborbitali entro l'anno prossimo.

Sopra le nuvole

Sopra il deserto in un cielo senza nuvole, la VSS Unity ha acceso il razzo di alimentazione per spingere la navicella verso lo spazio. Virgin Galactic ha comunicato che la navetta ha accelerato a tre volte la velocità del suono, per raggiungere un'altitudine di poco più di 55 miglia (89 chilometri) sopra il livello del mare prima di fare il suo ritorno in planata attraverso l'atmosfera.

Entusiasta il magnate britannico e fondatore di Virgin Galactic, Sir Richard Branson: "Il volo e l'atterraggio portano a compimento un'impresa durata 15 anni", ha detto.

``"Oggi è stato solo un incredibile passo nella giusta direzione'', ha aggiunto, parlando con la Associated Press poco dopo l'atterraggio. "Il volo è servizto per testare un sacco di nuovi sistemi messi a punto dal team e tutto ha funzionato bene".

Prossimi passi

Il CEO di Virgin Galactic, Michael Colglazier, ha annunciato che sono in programma almeno altri due voli di prova. L'anno prossimo partiranno quattro passeggeri specializzati e ci sarà un volo che porterà anche Branson ai confini dello spazio.

``Il volo ha fornito una valutazione degli aggiornamenti di uno stabilizzatore orizzontale, una serie di controlli di volo e di telecamere, progettate per far arrivare a terra le emozioni del volo. La navetta ha anche dato un passaggio a un carico di materiale scientifico, in collaborazione con il Flight Opportunities Program della NASA.

Un test rimandato

Il primo test motorizzato della navicella in New Mexico da Spaceport America era stato ritardato a lungo prima del lancio di sabato. Nel dicembre 2020, problemi al computer causati da interferenze elettromagnetiche hanno impedito al razzo dell'astronave di funzionare correttamente. Invece di librarsi verso lo spazio, i piloti sono stati costretti a un atterraggio immediato.

Le azioni di Virgin Galactic sono cresciute questa settimana, sull'onda dell'annuncio del test in programma per sabato. Ma non basta per rifarsi delle perdite registrate negli ultimi mesi, per non parlare di un ritorno al profitto.

Corsa allo spazio

Virgin Galactic è una delle poche aziende che cercano di inserirsi nel business dei voli commerciali nello spazio.

SpaceX di Elon Musk lancerà un miliardario e i vincitori di un sorteggio a settembre. A gennaio 2022, la società ha in programma di portare tre manager sulla Stazione Spaziale Internazionale.

Blue Origin di Jeff Bezos ha ultimato una nuova navetta a gennaio, che impiegherà nei test per il suo programma spaziale. Il primo volo con equipaggio è previsto per il 20 luglio, data dell'allunaggio dell'Apollo 11.

Virgin Galactic ha già raggiunto lo spazio due volte. La prima volta è stata dalla California nel dicembre 2018. Al lancio di oggi, avvenuto in New Mexico, hanno contribuito anche i cittadini dello Stato, finanziando con un aumento delle imposte la costruzione dell'hangar e della struttura di lancio di Spaceport America, un'impresa da oltre 200 milioni.