ULTIM'ORA
This content is not available in your region

Hong Kong, un anno di carcere per il magnate dell'editoria Jimmy Lai

Access to the comments Commenti
Di redazione italiana
euronews_icons_loading
Hong Kong, un anno di carcere per il magnate dell'editoria Jimmy Lai
Diritti d'autore  أ ف ب
Dimensioni di testo Aa Aa

Un anno di carcere per Jimmy Lai a Hong Kong: il magnate dell’editoria e attivista anti Pechino è stato condannato per il suo ruolo nelle proteste antigovernative del 2019 nell'ex colonia britannica.

È la prima volta che il fondatore del tabloid di opposizione Apple Daily – già dietro le sbarre per diverse accuse - si vede infliggere una condanna per il suo attivismo politico.

Insieme a Lai, 73 anni, sono state condannate anche altre otto persone: a quattro sono state inflitte pene dagli otto ai 18 mesi, mentre per gli altri quattro la pena è stata sospesa, tra cui gli ex parlamentari Margaret Ng e Martin Lee.

Durante le proteste del 2019 a Hong Kong si stima che oltre un milione e mezzo di persone abbiano partecipato alla marcia pacifica, non autorizzata dalla polizia, svoltasi il 18 agosto contro il disegno di legge sulle estradizioni in Cina.