ULTIM'ORA
This content is not available in your region

Sputnik e gli strascichi polemici con l'Agenzia europea del farmaco

euronews_icons_loading
Sputnik e gli strascichi polemici con l'Agenzia europea del farmaco
Diritti d'autore  Jorge Saenz/Copyright 2021 The Associated Press. All rights reserved
Dimensioni di testo Aa Aa

La polemica sulla sputnik, il vaccino russo che vuole colmare il gap delle big pharma occidentali, assume sempre di più i contorni della querelle geopolitica.

Dall'account Twitter dello Sputnik arriva la richiesta di scuse formali per i commenti dell'Ema che sollevano dubbi e domande sulla posizione politica nella revisione da parte dell'Agenzia del farmaco europea.

"Chiediamo scuse pubbliche da Christa Wirthumer-Hoche dell'Ema per i suoi commenti negativi sugli stati dell'Ue che approvano direttamente Sputnik V. I suoi commenti sollevano seri interrogativi sulla possibile interferenza politica nella revisione dell'Ema in corso. Sputnik V è approvato da 46 nazioni ".

La direttrice del board di Ema, Christa Wirthumer-Hoche ha spiegato che "se un'autorizzazione (di emergenza) viene rilasciata dal governo, l'uso va da sé ....Ma questo è in parte paragonabile a una roulette russa! Perché per Sputnik" V " abbiamo bisogno di documenti che al momento non disponiamo. didati sulle persone vaccinate. Ecco perché sconsiglio vivamente di concedere un'autorizzazione di emergenza nazionale, facendo appello all'urgenza".

E invece il cancelliere austriaco, Sebastian Kurz,è pronto a farsi vaccinare usando lo Sputnik o anche il vaccino cinese. Campagna vaccinale a base di Sputnik anche in Slovacchia.

Lo stato di San Marino ha iniziato le vaccinazioni circa dieci giorni fa grazie all'arrivo dello sputnik mentre in Italiana il fronte pro sputnik è bipartisan: a sostenerlo, il leader della Lega Matteo Salvini e il governatore dell'Emilia Romagna Stefano Bonaccini.