ULTIM'ORA
This content is not available in your region

Slovacchia, crisi da contagi e crisi politica: il governo-Matovič spaccato sul vaccino Sputnik

euronews_icons_loading
Il primo ministro Igor Matovic e il ministro della Salute Marek Krajci all'aeroporto di Kosice, all'arrivo dei vaccini Sputnik V.
Il primo ministro Igor Matovic e il ministro della Salute Marek Krajci all'aeroporto di Kosice, all'arrivo dei vaccini Sputnik V.   -   Diritti d'autore  Frantisek Ivan/Tlačová agentúra SR
Dimensioni di testo Aa Aa

Quello che sta accadendo è incredibile, nel paese con il triste record di vittime in relazione al numero degli abitanti.
Slovacchia in subbuglio, per l'impennata di casi di Coronavirus e per la crisi di governo che si avvicina.

Tanti problemi, ma si litiga per un'autorizzazione

Il primo ministro Igor Matovič ha, infatti, ordinato due milioni di dosi del vaccino russo Sputnik V: e il primo carico è già arrivato all'aeroporto di Kosice e, quindi, è già disponibile per la Slovacchia, ma il premier - per decidere in fretta - non ha neppure chiesto il permesso delle autorità sanitarie del paese. Ha scavalcato anche i suoi partner di governo, mettendo in crisi la coalizione.

Anche la presidente della Slovacchia, Zuzana Čaputová, ha espresso preoccupazioni.

"L'ho fatto a fin di bene", ha dichiarato il premier.

Fatto sta che giovedi Matovič ha dovuto annunciare che, se necessario, il produttore russo dello Sputnik V è pronto a riprendersi indietro le dosi di vaccino, se non autorizzate ufficialmente dal governo.

"Vogliamo lo Sputnik"

Gli abitanti di Komárno, città di 35.000 abitanti nel sud-ovest della Slovacchia, invece, lo Sputnik lo vorrebbero.
Eccome.

"Penso che non sia affatto male che questo tipo di vaccino arrivi anche in Slovacchia. Cosi avremo più possibilità di vaccinarci", dice un ragazzo.

Euronews
"Ben venga lo Sputnik!"Euronews

Ma in molti sono davvero scontenti dell'operato del governo.

"Scarso. È proprio scarso", commenta un uomo.

AP Photo
"Questo governo ha fatto ben poco contro la pandemia".AP Photo

Record di vittime

La Slovacchia è diventato il paese nel mondo con più vittime da Covid-19 per numero di abitanti: oltre 7.500 su 5 milioni e mezzo di cittadini.
Colpa dell'ondata di "Variante inglese".

Negli ultimi giorni, c'è stata una lieve diminuzione del numero di ricoveri, ma questo non significa che gli ospedali non siano strapieni, ormai al collasso.
Giovedì, per esempio, alcuni pazienti sono stati mandati in Polonia per alleviare il peso.

La Slovacchia sta cercando di fermare i contagi con test rapidi gratuiti, il coprifuoco notturno e severe restrizioni alle frontiere.
Chi lavora nelle regioni più colpite deve sottoporsi al test ogni settimana per poter andare al lavoro.
E altre restrizioni sono in arrivo.

Mascherine FFP2 obbligatorie: e rischio lockdown duro dal 21 marzo

Spiega Ádám Magyar, inviato di Euronews:
"Da lunedì, le mascherine FFP2 saranno obbligatorie nei negozi e sui trasporti pubblici in Slovacchia. Altre misure arriveranno gradualmente, ma se non dovessero funzionare entro il 21 marzo, il governo potrebbe mettere il lucchetto all'intero paese, con un nuovo lockdown duro".

Euronews
Il nostro inviato in Slovacchia.Euronews