ULTIM'ORA
This content is not available in your region

Ryanair perde le azioni legali contro la Commissione europea

euronews_icons_loading
Ryanair perde le azioni legali contro la Commissione europea
Diritti d'autore  Martin Meissner/AP
Dimensioni di testo Aa Aa

Il Tribunale europeo ha respinto il ricorso di Ryanair contro le misure di sostegno per i danni causati dal Covid alle compagnie aeree di Francia e Svezia. Per i giudici gli aiuti di Stato concessi e approvati dalla Commissione Ue, sono legittimi.

Due sentenze contro Ryanair

In due sentenze separate, il tribunale dell'UE ha ritenuto in primo grado che le disposizioni in vigore in questi due paesi fossero "conformi al diritto comunitario" e "respinto" i ricorsi presentati dalla compagnia low cost irlandese.

Le tante azioni legali

Ryanair aveva promosso un’azione legale contro la Commissione europea, per la decisione di approvare lo stanziamento di 3,4 miliardi di euro di aiuti di Stato da parte del governo olandese a favore della compagnia di bandiera Klm consociata ad Air France. Con ampio dispiegamento di twitt il vettore irlandese dichiarava che durante la pandemia del Covid-19, in modo indiscriminato c'erano stato questi finanziamenti che all'interno dell'unione generavano una distorsione del marcato. Air France ha accolto con favore la decisione di giustizia. Si tratta di una prima sentenza relativa alle questioni legali sollevate con la pandemia mentre sono in corso una dozzina di altri procedimenti avviati da Ryanair e rivolti ad altri paesi.

Una decisione adottata in pandemia

La società irlandese aveva intrapreso le azioni legali nel maggio 2020 per denunciare da un lato i prestiti garantiti concessi dalla Svezia alla compagnia di bandiera SAS per un importo equivalente a 308 milioni di euro, dall'altro c'era stato un esposto per il differimento fiscale concesso dallo Stato francese ad Air France.