EventsEventiPodcasts
Loader
Seguiteci
PUBBLICITÀ

Miracolo a Torino

Pictures
Pictures Diritti d'autore AP
Diritti d'autore AP
Di Alberto De Filippis
Pubblicato il Ultimo aggiornamento
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
Copia e incolla il codice embed del video qui sotto:Copy to clipboardCopied

Ricostruito con una stampante 3D il volto di una giovane vittima di un gravissimo incidente

PUBBLICITÀ

Un giovane ragazzo di 23 anni, ricoverato presso il Cto della Città della Salute di Torino per un gravissimo trauma facciale è stato sottoposto d'urgenza ad una lunga operazione di ricostruzione con stampa 3D.

Presso l'ospedale Molinette di Torino è attivo da due anni un laboratorio per sperimentare nuove tecniche chirurgiche.

Spiega Andrea Novaresio, dottorando in bioingegneria e scienze medico-chirurgiche al Politecnico di Torino: "Quello che il chirurgo può fare è guardare attraverso i tagli tutte e tre le dimensioni per vedere quali ossa sono state fratturate durante il trauma. Il nostro compito è trasformarle in un modello tridimensionale utilizzando queste immagini bidimensionali. In passato, in questa fase di modellazione, le placche sono state fatte direttamente sul paziente durante l'operazione chirurgica. Avendo la possibilità di farlo prima dell'intervento ci permette di ridurre il tempo trascorso in sala operatoria e il medico può entrare con tutti gli elementi di cui ha bisogno per l'operazione . Ingegneri e medici hanno potuto simulare l'intervento al computer e rimodellare l'anatomia del viso che era stata compromessa dal trauma. Il modello 3D è stato quindi stampato ei chirurghi hanno potuto modellare le placche in titanio personalizzate per il paziente prima ancora di entrare in sala operatoria ".

Questa sinergia di tecnologie ed esperienza clinica che ha permesso di sviluppare nuovi protocolli per la diagnosi e la cura dei pazienti, con la possibilità di trasferire la pianificazione degli interventi in sala operatoria.

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Siccità e desertificazione: la Sicilia deve fare i conti con il cambiamento climatico

L'Etna torna a eruttare: allerta arancione, problemi ai voli a causa della cenere

Stromboli, lava e nubi di cenere del vulcano sul mare. Vulcanologo Ingv "fuori dall'ordinario"