ULTIM'ORA
This content is not available in your region

Perché un'ondata di spazzatura ha intasato un fiume in Bulgaria

Access to the comments Commenti
Di euronews
euronews_icons_loading
Perché un'ondata di spazzatura ha intasato un fiume in Bulgaria
Diritti d'autore  Svoge rubbish cleaning
Dimensioni di testo Aa Aa

Il fiume Iskar in Bulgaria torna pulito. Sono terminati i lavori di rimozione dei rifiuti che avevano intasato il corso delle acque all'altezza della città di Svoge.

Il disastro ecologico è accaduto a causa delle tormente di pioggia che hanno investito la regione nei giorni scorsi, e che hanno portato i detriti a valle.

La depurazione è stata difficile anche perché l'alta concentrazione di immondizia ha intasato il fiume per la strettoia della diga di una centrale idroelettrica.

Ci è voluta più di una settimana per smaltire la discarica galleggiante. Difficile ripescare i residui di sporcizia. e gli operatori hanno dovuto aguzzare la creatività.

I rifiuti si sono riversati nel fiume a Sofia e in altre città. C'era di tutto: dalle solite bottiglie di plastica fino alle carcasse di elettrodomestici. Per completare il lavoro sono state inoltre impiegate grandi macchine aspiratrici per la massa. E poi ganci per pescare i residui sparsi. Mentre una gru ha rastrellato le acque con una grata gigante.

Spiega Vassil Shumanov, tecnico della vicina centrale idroelettrica di Svoge, che le squadre di depurazione hanno dovuto affrontare sfide del tutto nuove:

"una parte dell'immondizia si è addiritura congelata. Si era sedimentata formando grandi blocchi monolitici. Gli operatori hanno dovuto frantumarli e acciuffare i detriti a mano. Poi con apposite macchine sono stati caricati sui camion.

560 tonnellate di rifiuti sono stati trasportati alla discarica legale più vicina. Sono stati recuperati circa 200 metri cubi di detriti di legno.

Ora le autorità locali temono nuove piene di immondizia