ULTIM'ORA
This content is not available in your region

Negli Usa si prepara un insediamento senza precedenti

euronews_icons_loading
Negli Usa si prepara un insediamento senza precedenti
Diritti d'autore  Alex Brandon/Copyright 2021 The Associated Press. All rights reserved.
Dimensioni di testo Aa Aa

Negli Stati Uniti quello di oggi sarà un insediamento per molti aspetti senza precedenti.

Sarà il primo in epoca di pandemia, e per questo senza la consueta folla sul National Mall. Ci saranno appena mille invitati invece delle abituali 200mila persone in strada. Ma si vedrà anche un dispositivo di sicurezza massiccio. Washington non vuole farsi trovare impreparata come il 6 gennaio quando una massa di dimostranti e di violenti ha fatto irruzione al Congresso.

Nella capitale le attività sono chiuse. Davanti al Campidoglio non ci sarà la folla ma migliaia di bandiere che reppresentano le vittime del coronavirus.

Rinforzi per la sicurezza

Duecento poliziotti sono arrivati da New York per portare rinforzi alla città. Le autorità vogliono scongiurare le scene di violenza che si sono viste nel giorno della ratifica del voto dei grandi elettori.

La Guardia Nazionale ha dispiegato 25mila uomini. Dodici di questi sono stati allontanati dopo le indagini dell'Fbi che hanno rivelato legami con gli ambienti della destra estrema. Tutto intorno alla sede del Congresso l'area è stata sigillata con recinzioni e barricate.

"Vogliono creare una zona verde come in Iraq - dice un po' sconcertata una residente - Salvo che qui lo fanno solo per poter dire di non aver lasciato nulla al caso".

"Capiamo i motivi di uno schieramento di forze così ingente - commenta un altro ragazzo - ma certo, l'impressione è un po' strana...quasi di uno scenario distopico".

Immagini di violenza

Intanto, in un nuovo video diffuso dal New Yorker si vedono gli assalitori del Congresso: si impossessano dell'Aula, aprendo i cassetti e fotografando i documenti dei parlamentari.

Dopo l'allarme diffuso dall'FBI sul terrorismo interno, è allerta per il rischio di proteste violente in tutti i 50 Stati.

Trump prepara il trasloco

Senza precedenti da trent'anni anche la decisione del presidente uscente di non partecipare all'insediamento del suo successore. In sua vece ci sarà il vicepresidente Mike Pence.

Per Donald Trump e la moglie Melania è imminente il trasferimento nella residenza di Mar-a-Lago, in Florida.