ULTIM'ORA
This content is not available in your region

Europa centro-orientale, un altro giro di vite

euronews_icons_loading
Europa centro-orientale, un altro giro di vite
Diritti d'autore  Petr David Josek/Copyright 2020 The Associated Press. All rights reserved
Dimensioni di testo Aa Aa

L'Europa centro orientale attende il Natale con regole più severe e con i test anticovid diventati di massa. Nella Repubblica Ceca è iniziato il programma nazionale di screening, rivolto ai volontari. Fino al 15 gennaio centinaia di siti saranno pronti a effettuare un test antigenico i cui risultati saranno forniti entro 20 minuti. Tuttavia, davanti alle infezioni che rimangono in crescita, quasi certamente verrà reintrodotto un coprifuoco notturno.

In Slovacchia, la maggior parte dei negozi e delle scuole rimarrà chiusa per tre settimane a partire dal 21 dicembre. Anche bar e ristoranti dovranno chiudere al pubblico locali e terrazze.

In Polonia, misure più rigide saranno introdotte a partire dal 28 dicembre: i centri commerciali e le piste da sci saranno chiusi e gli spostamenti saranno limitati a Capodanno.

Curve in aumento anche in Croazia, dove il governo ha annunciato lo stanziamento di 4 miliardi di euro per rafforzare il sistema sanitario nazionale e offrire qualche sostegno agli operatori economici in difficoltà.

Infine, la Serbia ha annunciato una collaborazione con la Russia nella produzione del vaccino Sputnik dopo che Belgrado ha ricevuto 20 dosi per le analisi di laboratorio.

La Romania dal canto suo, ha annunciato l'avvio imminente di una campagna di vaccinazione, che dovrebbe partire il 27 dicembre prossimo.