ULTIM'ORA
This content is not available in your region

"No a veto ungherese e polacco". Il Ppe compatto per lo Stato di diritto

euronews_icons_loading
"No a veto ungherese e polacco". Il Ppe compatto per lo Stato di diritto
Diritti d'autore  Euronews
Dimensioni di testo Aa Aa

I leader dell'Unione europea si incontreranno questo giovedì, per discutere soluzioni e piani per rispondere alla pandemia, ma dopo il veto posto da Ungheria e Polonia sul Bilancio europeo, il tema del vertice è stato dirottato sulla soluzione di questa ennesima crisi politica. Abbiamo chiesto un parere a Manfred Weber, capogruppo del Partito popolare al Parlamento europeo, famiglia politica che ha sospeso dal 2019 il partito del premier ungherese Vitor Orban.

"Personalmente - ricorda Weber - ho votato a favore dell'articolo 7 per avviare procedura di infrazione contro l'Ungheria. Quindi sono consapevole della portata storica di questa battaglia per il rispetto dei principi fondamentali. Vi posso garantire che da parte del Parlamento europeo non ci saranno passi indietro sul principio di condizionalità - inveisce Weber -. I Paesi che non rispettano i diritti civili e impongono leggi autoritarie non possono prendere i fondi europei, non negozieremo su questo”.

Toccherà alla Cancelliera tedesca Angela Merkel cercare di risolvere la questione?

"Le parole molto dure di Ungheria e Polonia di sicuro non aiutano e visto che la Germania guida il semestre al Consiglio europeo Merkel ha il compito di negoziare. Fortunatamente Angela Merkel gode della fiducia di molti capi di Stato e di governo, potrebbe avere buone possibilità di trovare un compromesso ".

Riguardo alla pandemia non sembra ancora esserci un approccio coordinato. Diversi paesi applicano diversi parametri su test, libertà di viaggio e quarantena.

"Sicuramente ci sono molti margini di miglioramento, per questo accolgo con grande favore le proposte della Commissione di istituire un'Unione della salute europea. Credo che ad esempio sia molto positivo per le istituzioni europee negoziare i contratti di fornitura delle dosi dei vaccini contro il Covid-19, per tutti e a prezzi equi. Questo mi sembra un grande successo. Il vaccino fa vedere finalmente la luce alla fine del tunnel e bisogna far in modo che questa battaglia contro il Coronavirus possano vincerla tutti.

Journalist name • Susan Dabbous