ULTIM'ORA
This content is not available in your region

Covid-19: la progressione della seconda ondata in Europa in breve

euronews_icons_loading
malato di covid in intensive
malato di covid in intensive   -   Diritti d'autore  Olivier Matthys/Copyright 2020 The Associated Press. All rights reserved
Dimensioni di testo Aa Aa

In Italia, anche Campania e Toscana entrano in zona rossa, mentre Emilia-Romagna, Friuli Venezia Giulia e Marche passano in zona arancione. L'ordinanza è stata firmata dal ministero della Salute in base ai dati forniti dalle Regioni e sempre in base a questi dati anche Sardegna e Lazio, dove il virus circola comunque meno, hanno una situazione epidemiologica che si è degradata.

Dal maggior ospedale del Sud Italia, il Cardarelli di Napoli arriva un nuovo allarme. Giuseppe Visone, medico del Pronto soccorso, responsabile Funzione pubblica Cgil medici Cardelli:

"Se la curva sale, il numero dei paziente sarà fuori controllo. Siamo soggetti a uno sterss elevato, lavoriamo senza fare pausa senza guardare il cartellino. La cosa buona di questo ospedale è che non rimandiamo mai i pazienti a casa".

Spagna

Venerdì nero per la Spagna, che registarto più di 300 morti e un totale di positivi dall'inizioo della pandemia che ha superato il milione e 400, mentre le vittime del virus sempre dall'inizio della pandemia sono oltre 40 mila.

Venerdì si registravano oltre 21 mila nuove infezioni. Nonostante un leggero miglioramento dei dati, il ministro della salute spagnolo, Salvador Illa ha parlato di una situazione ancora complicata, anche per questo il Paese comprerà dosi massicce di vaccino.

Oltremanica sono oltre 14 mila i ricoverati per l'infezione, cifra simile al dato del 3 aprile. Un dato che arriva a quasi una settimana dal giro di vite imposto all'Inghilterra e che ha portato l'indice Rt a scendere tra 1 e 1,2 ; dato confortante perché significa che la corsa del coronavirus comincia a rallentare. Il comitato scientifco chiede al governo di essere cauto sulla data del 2 dicembre, giorno previsto per revocare il lockdown. Solo venerdì ci sono stati oltre 370 morti e oltre 27 mila infezioni.

In Francia, dove all'inizio del mese è scattato un secondo lockdown - più leggero del primo tuttavia - 6 francesi su dieci dicono di aver infranto le regole almento una volta.

Il premir Castex difende le nuove misure che forse verranno prorogate fino a Natale, il Paese ha registrato finora 42 mila morti mercoledì in terapia intensiva erano ricoverate 4,700 persone.