ULTIM'ORA
This content is not available in your region

Francia: decine di raid della polizia contro gruppi islamisti

euronews_icons_loading
Francia: decine di raid della polizia contro gruppi islamisti
Diritti d'autore  Michel Euler/Copyright 2020 The Associated Press. All rights reserved.
Dimensioni di testo Aa Aa

Il Parlamento europeo ha ricordato con un minuto di silenzio Samuel Paty, decapitato nei pressi della scuola in cui insegnava a Conflans-Sainte-Honorine, a nord-ovest di Parigi. Mercoledì il professore verrà omaggiato con una cerimonia nazionale alla Sorbona, alla quale parteciperà anche il presidente Emmanuel Macron.

Sono una quindicina le persone fermate nell'ambito delle indagini, che stanno cercando di capire se l'aggressore di Paty, il 18 enne di origine cecene Abdoullakh Anzorov, ucciso dalla polizia, fosse stato pagato per l'esecuzione. Il professore aveva mostrato delle vignette satiriche su Maometto durante una lezione sulla libertà d'espressione. Le autorità hanno disposto la chiusura della moschea di Pantin, sempre nella regione di Parigi, che aveva diffuso sui social un video che denunciava i presunti corsi sacrileghi di Paty.

Per dare un segnale al Paese, ancora sotto shock, il Ministero dell'Interno di Gérald Darmanin sta conducendo, parallelamente all'inchiesta, decine di raid contro gruppi islamisti.

Il ministro della Giustizia Éric Dupond-Moretti ha assicurato che non ci sono state falle nella sorveglianza di soggetti radicalizzati. L'assassino del professore era un cane sciolto, e quindi più difficile da monitorare.

Il ragazzo tuttavia aveva già postato sui suoi account social immagini di decapitazione. Per questo i responsabili in Francia delle più importanti piattaforme sono stati convocati dalla ministra delegata responsabile per la cittadinanza Marlène Schiappa per definire nuove attività di contrasto al radicalismo online.