EventsEventiPodcasts
Loader
Find Us
PUBBLICITÀ

Belgio, la cultura chiede aiuto per affrontare la pandemia

Bruxelles
Bruxelles Diritti d'autore euronews
Diritti d'autore euronews
Di euronews
Pubblicato il
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
Copia e incolla il codice embed del video qui sotto:Copy to clipboardCopied

In piazza anche i "no-mask", che definiscono "illiberale" l'obbligo della mascherina

PUBBLICITÀ

Un migliaio di persone hanno manifestato a Bruxelles per chiedere al governo di destinare risorse al settore della cultura e degli spettacoli, colpito dalle conseguenze della pandemia.

La manifestazione che si è svolta senza incidenti è stata conclusa dall'intervento di numerosi operatori culturali, i quali hanno sottolineato la necessità di un sostegno pubblico a un ambito che genera il 5 per cento del PIL.

Léa Brooking, attrice:  "Tutti abbiamo bisogno di lavorare, tutti abbiamo bisogno di mangiare la sera, e di pagare l'affitto. È il nostro lavoro, è il lavoro di migliaia di persone. Ed è un lavoro come un altro".

Sempre nella capitale belga sono scesi in piazza anche i "no-mask", per protestare contro le misure sanitarie rese necessarie dalla pandemia..

La polizia è intervenuta per disperdere i dimostranti, molti dei quali non indossavano la maschera nonostante sia stata resa obbligatoria dalle autorità, senza rispettare le distanze di sicurezza.

Due persone sono state fermate, e a una di loro viene contestata l'aggressione contro un poliziotto, rimasto lievemente ferito al volto.

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Covid-19, i libri sono beni 'non essenziali' ma non ovunque

In Belgio le lavoratrici del sesso potranno avere un contratto di lavoro

Belgio-Israele non si giocherà a Bruxelles: "Rischi per la sicurezza"