ULTIM'ORA
This content is not available in your region

Cosa sappiamo del Novichok, l'agente nervino usato contro Navalny e Skripal

In questa foto del 2000, due soldati russi effettuano un controllo su contenitori metallici che contengono agenti tossici in un sito di stoccaggio di armi chimiche a Gorny
In questa foto del 2000, due soldati russi effettuano un controllo su contenitori metallici che contengono agenti tossici in un sito di stoccaggio di armi chimiche a Gorny   -   Diritti d'autore  AP/Copyright 2018 The Associated Press. All rights reserved.
Dimensioni di testo Aa Aa

Le autorità tedesche hanno detto che le prove sono "inequivocabili": l'oppositore russo Alexei Navalny è stato avvelenato con l'agente nervino Novichok. La cancelliera Angela Merkel ha parlato apertamente di "tentato omicidio".

I test sono stati effettuati da un laboratorio militare specializzato. Navalny era stato trasportato in aereo a Berlino per essere curato. I suoi collaboratori hanno puntato il dito su un tè avvelenato bevuto poco prima di imbarcarsi per un volo interno, lo scorso 20 agosto.

Si tratta del secondo attacco legato all'agente nervino Novichok - in russo "nuovo arrivato" - dopo l'avvelenamento dell'ex spia russa Sergei Skripal e di sua figlia a Salisbury, in Inghilterra, nel 2018. Gli Skripal sono sopravvissuti, ma una donna è morta dopo essere entrata in contatto con la sostanza contenuta in un flacone di profumo.

La Russia ha negato qualsiasi coinvolgimento negli avvelenamenti.

Michelle Carlin, docente di Chimica forense e analitica alla Northumbria University, ha spiegato a Euronews cos'è il Novichok, un agente chimico vietato dalla Convenzione sulle armi chimiche del 1997.

Di che cosa si tratta

I Novichok sono agenti nervini di quarta generazione considerati molto più potenti degli agenti della serie V, per esempio il VX - il più letale tra i nervini conosciuti inclusi sarin, tabun e soman. Si ritiene che gli agenti Novichok siano utilizzati sotto forma di polveri ultrafini, a differenza di altri agenti nervini noti che si trovano sotto forma liquida o di vapore.

Come funziona

Si ritiene che questi agenti Novichok siano costituiti da due componenti non tossici separati che, una volta miscelati, formano un agente nervino. Il meccanismo è molto simile a quello di altri agenti nervini noti; tuttavia, questi agenti sono ritenuti molto più pericolosi degli agenti di serie V.

I nervi nel nostro corpo inviano segnali chimici agli organi e tessuti, ma l'agente nervino interrompe questa segnalazione con conseguente sovraccarico di segnali. Questo sovraccarico dei segnali provoca la perdita di controllo dei muscoli. Questo può portare a difficoltà respiratorie, perdita di controllo delle funzioni corporee, aumento della salivazione, convulsioni, paralisi e infine alla morte.

Minaccia sconosciuta

Non è perfettamente chiaro come gli agenti nervini Novichok agiscano in quanto sono la nuova "classe" di sostanze chimiche aggressive. Abbiamo di fronte qualcosa di molto più tossico rispetto ai nervini tradizionali.

Può essere un pericolo per la popolazione?

L'effetto maggiore si ha sugli individui a cui è stata somministrata la dose massima o che hanno avuto l'esposizione più lunga alla sostanza. L'effetto sulla popolazione generale è pertanto molto limitato se scattano subito misure contenitive.

Secondo il professroe di tossicologia Alastair Hay, i novichok - come qualsiasi agente nervino - "possono essere somministrati attraverso una varietà di vie. Si possono nghiottire, si possono respirare, si può entrare in contatto attraverso i bulbi oculari, o attraverso la pelle, e sono tossici con qualsiasi mezzo di somministrazione".

Secondo gli inquirenti britannici, nel 2018 il Novichok era stato probabilmente spalmato sulla maniglia della porta di casa di Sergei Skripal. "Penso che i Novichok siano stati usati contro gli Skripal perché non erano mai stati usati prima di quel momento, e che la Russia sperasse così che sarebbe stato difficile individuarli", continua il prof. Hay, intervistato da Euronews.

"Ci vuole un'apparecchiatura piuttosto sofisticata per rilevarli perché sono potenti in concentrazioni molto piccole, quindi anche la loro concentrazione nel sangue è molto bassa. La capacità della maggior parte dei laboratori di trovarli è limitata. Una piccola dose può uccidere, e penso sia stata questa l'intenzione nel caso degli Skripal e di Navalny. Quella di uccidere".

Che prospettive di vita hanno le persone coinvolte?

Si sa poco degli effetti a lungo termine di questi agenti Novichok. Tuttavia, si ritiene che possano causare lesioni più serie rispetto ad altri agenti - anche dopo trattamento con l'antidoto.

Un esperto ha detto al Guardian che i Novichok sono resistenti nell'ambiente esterno e hanno una "tossicità addizionale" ancora sconosciuta.

Il trattamento per l' esposizione a Novichok sarebbe lo stesso rispetto a quello usato per altri agenti nervini come atropina e diazepam.

Parla l'inventore del Novichok: "Non ci sono cure"

Le strutture chimiche degli agenti Novichok sono state rese pubbliche nel 2008 da Vil Mirzayanov, un ex scienziato russo che viveva negli Stati Uniti, ma non sono mai state pubblicamente confermate.

Vil Mirzayanov, conosciuto come uno degli inventori del gas nervino Novichok, è un ex chimico militare sovietico. Si tratta della personai che conosce più di altri gi effetti della sostanza letale: "E' come un gas nervino ma 10 volte, almeno 10 volte più potente", spiega l'uomo. "Non c'è cura, è davvero una brutta sostanza, non esistono degli antidoti".

Ma che cosa significa in questo caso antitodo? "Salvi la vita di una persona che si è esposta a questa sostanza ma solo temporaneamente. Non moriranno subito, ma resteranno invalidi per il resto della loro vita".

"Sono colpevole, ho fatto parte di questa impresa criminale e per questo sono tra i più agguerriti nemici di queste armi chimiche è un'arma di distruzione di massa".