ULTIM'ORA
This content is not available in your region

Tra Irlanda e Ulster c'è di mezzo la "carta verde" della discordia: colpa della Brexit

euronews_icons_loading
Le due Irlanda.
Le due Irlanda.   -   Diritti d'autore  Euronews
Dimensioni di testo Aa Aa

Tutta questione di colori. Bianco. Giallo. Verde.

Dal 1° gennaio prossimo tutti gli automobilisti, camionisti e motociclisti dell'Irlanda del Nord che attraverseranno il confine dalla linea bianca (quello che simboleggia l'Ulster) a quella gialla (simbolo della Repubblica d'Irlanda), dovranno essere muniti di una Carta Verde dell'assicurazione.

Peraltro obbligatoria per i paesi extra-UE.

Tra gli addetti del settore del trasporto su strada dell'Ulster c'è una crescente preoccupazione sul fatto che tale decisione abbia effetti economici costosi.
Anche se non è ancora stato deciso il costo di questa nuova imposta, che sarà a seconda della cilindrata del veicolo da assicurare.

Euronews
Striscia gialla Irlanda, striscia bianca Ulster: siamo proprio al confine!Euronews

"Feedback positivi, ma il rischio di aumenti c'è"

"Questo è solo un altro pezzo di burocrazia, anche se il feedback ricevuto da parte di alcuni esperti del settore assicurativo è positivo e garantisce che le polizze di assicurazione saranno già comprensive di questa green card", spiega John Martin, della Road Haulage Association.

"Tuttavia, se le compagnie di assicurazione cominciano a far pagare i loro operatori per questo e se c'è un limite alla durata delle carte verdi, allora tutto ciò si aggiunge agli oneri che soprattutto gli autotrasportatori devono già affrontare come conseguenza della Brexit".

Euronews
"I feedback sono positivi, ma..."Euronews

Ai conducenti dei veicoli, per lo meno, non sarà richiesta una patente di guida internazionale,

Anche nella città di confine di Newry, 27.000 abitanti sul lato britannico del confine irlandese, l'introduzione delle "green cards" assicurative non piace granchè.

Euronews
Saluti da Newry (Irlanda del Nord)Euronews

"Sarà una bella scocciatura"

"Io lavoro nel sud dell'Irlanda e vivo nel nord dell'Irlanda, quindi è ovvio che devo viaggiare su e giù ogni giorno e sarebbe una bella scocciatura dover fare domanda per questo e chissà per quante volte... Quindi per me sarebbe sicuramente un problema", spiega un pendolare.

"In qualità di cittadino irlandese e di titolare di un passaporto irlandese, non mi piace l'idea di dover mostrare i miei documenti per l'attraversamento del confine quando torno verso sud", dichiara amareggiato un altro cittadino di Newry.

"Aggiungerà un costo per le compagnie di assicurazione, perché avranno documenti e burocrazia in più e il fatto che abbiano deciso questa carta verde significa che ci deve essere un qualche tipo di controllo, quindi avremo controlli da parte dei doganieri o della polizia dall'altra parte del confine: un carico di lavoro extra per loro, in un momento in cui ne hanno meno bisogno", commenta un altro residente della cittadina nord-irlandese.

"In Irlanda ci saranno molti cambiamenti"

Per quanto riguarda il governo irlandese, guidato ora da Michael Martin, questi cambiamenti saranno probabilmente solo i primi di una lunga serie.

Thomas Byrne è il ministro irlandese per gli Affari europei.

"La Brexit porterà anche altri cambiamenti, molti dei quali la maggior parte di noi non vuole, purtroppo... Questi cambiamenti saranno complicati per i cittadini di entrambi i lati del confine irlandese.

"Per quanto riguarda il rilascio della Carta Verde per le assicurazioni, attualmente è già un requisito necessario della Commissione Europea per le auto provenienti da fuori dell'Unione Europea.
Questo potrebbe pure cambiare, ma non abbiamo ancora indicazioni al riguardo".
Thomas Byrne
Ministro per gli Affari Europei - Repubblica d'Irlanda
Euronews
Thomas Byrne durante l'intervista a Euronews.Euronews

"Uno strato di snervante burocrazia sulle strade irlandesi"

Ken Murray, l'inviato di Euronews, è proprio ai bordi della strada di frontiera.

Euronews
Ken Murray, inviato al confine.Euronews

"Questo piano per introdurre un sistema di Carta Verde per gli automobilisti del Regno Unito che vanno a sud nella Repubblica d'Irlanda, che è nell'Unione Europea, è condizionato dal fatto che il Regno Unito non riesca a raggiungere un accordo comune di transizione con l'UE. Molti automobilisti qui a nord del confine irlandese temono che un ulteriore snervante strato di burocrazia si aggiunga ai loro viaggi quotidiani in auto".

Risorse addizionali per questo articolo • Edizione italiana: Cristiano Tassinari