ULTIM'ORA
This content is not available in your region

Sì al matrimonio gay della Camera bassa del parlamento svizzero

euronews_icons_loading
Sì al matrimonio gay della Camera bassa del parlamento svizzero
Diritti d'autore  Martial Trezzini/AP
Dimensioni di testo Aa Aa

La Svizzera apre ai matrimoni omosessuali, e permetterà alle coppie lesbiche l'accesso alle banche del seme.

Tutte le forze politiche del parlamento confederale, esclusa l'estrema destra, hanno fotato a favore del matrimonio. i cristiano-democratici hanno dal canto loro votato a favore ponendo alcune condizioni ed escludendo però il paragrafo sulla donazione di sperma.

Jan Müller, del Comitato per il "matrimonio per tutti" ha commentato:

"Siamo soddisfatti. È stata una maggioranza chiara del Consiglio nazionale. L'accettazione del matrimonio omosessuale, inclusa la donazione di seme è enorme. Siamo felici"

Mathias Reynard, deputato del Partito Socialista svizzero invece, dice che:

"Stiamo veramente raggiungendo una condizione di eguaglianza da tutti i punti di vista. Vuol dire che sarà matrimonio, che ci sarà il diritto all'adozione, che ci sarà il diritto alla procreazione assistita. Insomma, avremo gli stessi diritti delle coppie eterosessuali anche per quelle omosessuali".

Il cammino legislativo non è ancora del tutto compiuto. Il provvedimeto dovrà passare al vaglio della camera alta, il Consiglio di stato. E un partito della destra evangelica vuole promuovere un referendum abrogativo, per giocarsi il tutto per tutto contro il parere del parlamento.