ULTIM'ORA
This content is not available in your region

Germania, oltre 500 nuovi casi. Il Robert Koch Institute: "Pericolo ancora alto"

Lars Schaade, vicepresidente del Robert-Koch-Institute
Lars Schaade, vicepresidente del Robert-Koch-Institute   -   Diritti d'autore  Michael Sohn/Copyright 2020 The Associated Press. All rights reserved
Dimensioni di testo Aa Aa

Oltre 500 nuovi casi di Covid-19 in Germania, il rischio coronavirus è ancora "alto".

A dirlo è il Robert Koch Institute (RKI) tedesco che giovedì ha diffuso i nuovi dati sull'infezione da SARS-CoV-2. Nelle ultime 24 ore sono morte 26 persone.

Il numero totale dei contagiati dall'inizio della pandemia sale in Germania a 185.416. I decessi connessi alla malattia sono stati 8.755, mentre i guariti 171.200.

Tuttavia, anche qui c'è confusione sui numeri in quanto, secondo gli esperti, viene perso molto tempo tra il tampone e la comunicazione dei risultati al RKI, spesso tre o quattro giorni.

La presidente dello stato federale del Meclemburgo-Pomerania Anteriore, Manuela Schwesig (SPD), ha criticato l'istituto e il ministero della Salute: "Il 22 gennaio scorso, entrambi dicevano che l'epidemia di coronavirus scoppiata in Cina non sarebbe stato un problema per la Germania. E poche settimane dopo abbiamo dovuto affrontare un duro lockdown per proteggere i nostri cittadini dalla pandemia".

Il fattore di contagiosità R mercoledì era ancora sotto la soglia critica di 1.0, attestandosi a 0.86. Il maggior numero dei casi confermati di Covid-19 si è avuto in Baviera e nello stato federale del Baden-Württemberg.

Secondo il RKI, la percentuale di pazienti ultraottantenni è scesa nelle ultime 4 settimane. Il 18.8% di positivi ha più di 70 anni ora. Tuttavia, rappresentano circa l'86% dei decessi. Solamente il 6.8% dei contagiati sono bambini o adolescenti sotto i 19 anni.