ULTIM'ORA
This content is not available in your region

Stop al carbone: Berlino promette ma apre una nuova centrale

euronews_icons_loading
Stop al carbone: Berlino promette ma apre una nuova centrale
Diritti d'autore  euronews
Dimensioni di testo Aa Aa

Gli ambientalisti in piazza: "Apertura paradossale. Berlino ipocrita"

La Germania che si impegna ad abbandonare il carbone accende nuove, anche se più moderne centrali. E' il caso di "Datteln4": stabilimento del Nordreno Vestfalia inaugurato questo sabato, dopo 10 anni di ritardi, errori di progettazione e vicende giudiziarie.

Kay Nietfeld/(c) Copyright 2020, dpa (www.dpa.de). Alle Rechte vorbehalten
Attivisti di Greenpeace manifestano contro l'apertura della centrale a carbone "Datteln4"Kay Nietfeld/(c) Copyright 2020, dpa (www.dpa.de). Alle Rechte vorbehalten

Il sostegno di Greta: "Giornata vergognosa per l'ambiente"

Con la benedizione di Greta Thunberg, che su Twitter parla di "giornata vergognosa per l'ambiente", attivisti di Greenpeace e Fridays for Future denunciano "paradosso" e "ipocrisia" di Berlino. Dal governo federale, la cui Commissione carbone aveva tuttavia raccomandato di abbandonare il progetto, provano a rassicurare, garantendo che proprio questa centrale permetterà la chiusura di impianti più vetusti e inquinanti.

A febbraio l'impegno del Consiglio dei ministri: "Addio al carbone entro il 2038"

Appena a febbraio, il Consiglio dei ministri tedesco aveva approvato la road-map dell'addio al carbone, in favore delle energie rinnovabili. Chiusure dei primi impianti già alla fine di quest'anno, e poi completamento dell'exit-strategy, al più tardi nel 2038.