Sindaca-infermiera torna in corsia

Sindaca-infermiera torna in corsia
A Galeata (Forlì-Cesena), 'Richiamata, non potevo dire no'
Di ANSA
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
euronews pubblica le notizie d'ansa ma non interviene sui contenuti degli articoli messi in rete. Gli articoli sono disponibili su euronews.com per un periodo limitato.

(ANSA) - BOLOGNA, 21 APR - Il suo nome era nelle graduatorie della Ausl Romagna e quando è stata richiamata per l'emergenza sanitaria dovuta al nuovo coronavirus "non ha potuto dire di no". E così Elisa Deo, sindaca di Galeata, paese di 2.500 anime in provincia di Forlì-Cesena, ha indossato di nuovo il camice da infermiera ed è tornata in corsia all'ospedale Nefetti di Santa Sofia. "All'ospedale Nefetti avevo già lavorato tre anni fa - racconta all'edizione locale del Resto del Carlino Elisa Deo, che è anche presidente dell'assemblea dell'Unione dei Comuni della Romagna Forlivese - In questa fase di emergenza l'Ausl ha attinto alla graduatoria nella quale figurava anche il mio nome: mi è stato offerto dall'Ausl Romagna questo incarico a tempo determinato e ho subito accettato la chiamata. Non potevo dire di no in questo momento di grave difficoltà per i pazienti e per tutto il personale sanitario". "Ho studiato per fare l'infermiere, ho fatto i tirocini richiesti e, nonostante i tanti impegni, voglio dare il mio contributo".

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Terrorismo: la Danimarca proroga i controlli al confine con la Germania

Berlino, la gorilla Fatou compie 67 anni

Coloni israeliani attaccano villaggi in Cisgiordania, alta tensione con l'Iran