ULTIM'ORA
This content is not available in your region

Super Tuesday: fuori anche Amy Klobuchar, che dà il suo appoggio a Biden

euronews_icons_loading
Super Tuesday: fuori anche Amy Klobuchar, che dà il suo appoggio a Biden
Diritti d'autore  AP Photo/Eric Gay   -   Eric Gay
Dimensioni di testo Aa Aa

Amy Klobuchar fa le valigie e poche ore prima del Super Tuesday si ritira dalle primarie democratiche statunitensi. La senatrice del Minnesota lascia la campagna e annuncia il suo sostegno a Joe Biden, partecipando lunedì sera al comizio di Dallas insieme all'ex vicepresidente. La notizia arriva a poche ore di distanza dal disimpegno preso da Pete Buttigieg, l'outsider che aveva sorpreso tutti ai caucus in Iowa e New Hampshire. Ed è proprio grazie al buon risultato nel New Hampshire che Klobuchar aveva ricevuto qualche attenzione, malgrado non fosse mai stata ritenuta tra i candidati più forti.

Biden vs. Sanders

Biden si dirige ora verso il Super Tuesday sempre più corazzato, grazie all'appoggio degli ex rivali. L'ala più moderata del Partito Democratico si sta dando da fare per dare una spinta all'ex braccio destro di Barack Obama, poco prima dell'inizio delle votazioni più importanti di queste primarie dem: si vota infatti in 14 stati.

Ma Biden dovrà vedersela con il più progressista di tutti, Bernie Sanders. Punto forte della campagna del socialista, come lui stesso ama definirsi, è l'assistenza sanitaria per tutti, soprattutto in un momento delicato come quello che stiamo attraversando. "C'è una sorta di imbarazzo internazionale, per il fatto che gli Stati Uniti siano l'unico grande Paese sulla Terra a non garantire a tutti l'assistenza sanitaria", ha dichiarato il senatore del Vermont dal comizio a Salt Lake City, nello Utah.

Nella corsa alla Casa Bianca non dimentichiamoci però dell'alternativa progressista (ma meno radicale di Sanders) Elizabeth Warren e del miliardario Michael Bloomberg, anche se quest'ultimo non ha riscosso un grande successo all'esordio, nel dibattito in Nevada.