ULTIM'ORA
This content is not available in your region

"Basta panico, l'Italia sta facendo bene"

euronews_icons_loading
"Basta panico, l'Italia sta facendo bene"
Diritti d'autore  Euronews
Dimensioni di testo Aa Aa

Appello di Conte e Sala: "La vita deve continuare"

"Basta panico, sull'emergenza Coronavirus l'Italia sta facendo bene". Roma incassa e il plauso di OMS e Unione Europea e frena subito i controlli a tappeto. Tamponi ormai, soltanto a chi presenti sintomi o sia stato in contatto con pazienti positivi, mentre dal premier Conte al Sindaco Sala rimbalza l'appello a una "vita che deve continuare". Oltre quattrocento, ormai i contagi, e dodici i morti, con il virus che raggiunge anche Marche e Puglia. Bruxelles e Organizzazione Mondiale della Sanità sono però unanimi: "Le misure prese sono in linea con la strategia globale".

"Guardare avanti", l'imperativo professato dal Sindaco di Milano, Beppe Sala, annunciando lo slittamento del Salone del Mobile

"Panico ingiustificato. Serve fiducia nell'operato del Governo"

"Il panico è assolutamente ingiustificato - martella da Roma il direttore dell'OMS per l'Europa -. C'è bisogno invece di fiducia in quanto sta facendo il governo italiano. Il Ministero della Salute e la Protezione Civile, di concerto anche con il Commissario Europeo Stella Kyriakides sono pronti a intensificare la loro azione".

Tenerife: i turisti in quarantena temono una nuova "Diamond Princess"

Sembra intanto esclusa una propagazione del virus fra i turisti in quarantena nell'hotel di Tenerife. Centinaia quelli bloccati, dopo la positività riscontrata su quattro italiani. Le autorità ipotizzano però il via libera per chi non sia stato in contatto con loro. E mentre in Europa si registrano i primi casi anche in Grecia e Norvegia, il virus entra in America Latina attraverso il Brasile. A portarcelo un residente di San Paolo, di recente in viaggio in Italia.

Copyright: Photo AP

Primo contagio sul suolo USA. Trump: "Prematuro bloccare i voli dall'Italia"

Un caso di possibile contagio locale è stato intanto confermato in California ma il Presidente Trump rassicura, bolla come prematura l'ipotesi di un blocco dei voli dall'Italia e parla di Stati Uniti pronti per ogni evenienza: "I numeri sono bassi - dice - e vogliamo che le cose non cambino".

Il Washington Post rilancia su Twitter: "Primo contagio sul suolo degli Stati Uniti, senza rapporti con viaggi all'estero"

Il peggio sembra intanto passato in Cina, dove alle prime dimissioni dagli ospedali si accompagna una frenata nei decessi. I 29 annunciati nelle ultime 24 ore sono la cifra più bassa mai registrata da quasi un mese.