ULTIM'ORA
This content is not available in your region

Impeachment: Trump silura due testimoni chiave

euronews_icons_loading
Impeachment: Trump silura due testimoni chiave
Diritti d'autore  Copyright 2019 The Associated Press. All rights reserved.   -   Manuel Balce Ceneta
Dimensioni di testo Aa Aa

La vendetta è un piatto che si gusta freddo. Così è stato anche per il presidente Donald Trump che, dopo essere uscito incolume dalla procedura d'impeachment, assolto dal senato mercoledì, ha silurato due testimoni.

L'ultimo in ordine di tempo è l'ambasciatore Usa presso l' Unione europea Gordon Sondland, l'altro è il tenente colonnello Alexander Vindman, invitato a lasciare il suo lavoro alla Casa Bianca, dove sedeva come massimo esperto di Ucraina nel consiglio nazionale di sicurezza.

L'ambasciatore Sondland, ricco finanziatore di Trump, imprenditore del settore turistico, era stato tirato in ballo proprio da Vindman nella procedura di impeachment che, nonostante l'assoluzione, ha stressato non poco Trump.

Vindman aveva di fatto confermato le accuse contro il presidente messo sotto inchiesta nell'ambito dell'Ucrainagate per ostruzione al normale corso della giustizia e abuso di potere.

La storia è nota secondo l'accusa il presidente americano aveva promesso aiuti al presidente ucraino in cambio di un'indagine sui Biden.

Vindman aveva segnalato ai suoi superiori che il presidente Trump aveva fatto "richieste inappropriate" e "fuori dal senso del dovere", confermando al Congresso le pressioni sugli ucraini. Aveva anche detto di aver avuto un incontro con Sondland il quale aveva riferito che gli ucraini, se volevano gli aiuti, dovevano prima dare seguito alle richieste del presidente.

Vindman, pluridecorato ufficiale, è stato dunque un testimone chiave e ha tirato dentro anche un altro testimone chiave, Sondland. Ora sono stati entrambi rimossi dai loro uffici.

Per saperne di più