ULTIM'ORA
This content is not available in your region

Accordo trovato: il Kosovo ha un nuovo governo, con Albin Kurti premier

euronews_icons_loading
Accordo trovato: il Kosovo ha un nuovo governo, con Albin Kurti premier
Diritti d'autore
AP Photo/Visar Kryeziu - Visar Kryeziu
Dimensioni di testo Aa Aa

A poche ore dalla scadenza del termine stabilito per il mandato esplorativo, il Kosovo ha un governo. La sinistra nazionalista di "Autodeterminazione" (VV) e il partito di centrodestra "Lega democratica del Kosovo" (LDK) hanno firmato l'accordo per la formazione del nuovo esecutivo. L'intesa è stata trovata dopo quattro mesi di negoziati, iniziati dopo il voto anticipato del 6 ottobre. Albin Kurti, se dovesse ottenere la fiducia in parlamento martedì, sarà Primo Ministro.

"Sono pronto a guidare i prossimi negoziati con la Serbia", le prime parole di Kurti da premier. "Avrò al mio fianco una squadra politica, etnica e professionale". Il Capo del gabinetto, che non ha mai celato la sua posizione critica e radicale sul tema serbo, ha poi però aggiunto che verranno presentate delle denunce penali nei confronti di Belgrado per genocidio e che verrà costituito un apposito istituto che se ne occuperà. "Le istituzioni competenti prepareranno una denuncia da presentare contro la Serbia, presso la Corte internazionale di giustizia, per i crimini di guerra commessi in Kosovo".

Kurti ha poi annunciato la lista dei ministri - sei per ognuno dei due partiti di coalizione, due per Srpska Lista, il maggiore partito della minoranza serba e uno per le altre minoranze - i due vicepremier e i 33 viceministri. Il 44enne ha spiegato che il suo governo si concentrerà in particolare su riforme a sostegno dello sviluppo economico, sulla creazione di nuovi posti di lavoro e sulla lotta alla corruzione.

Euronews non è più disponibile su Internet Explorer. Questo browser non è aggiornato da parte di Microsoft e non supporta le ultime novità. Ti suggeriamo di usare un altro browser come Edge, Safari, Google Chrome o Mozilla Firefox.