ULTIM'ORA
This content is not available in your region

Kosovo-Serbia: prove di disgelo

euronews_icons_loading
Kosovo-Serbia: prove di disgelo
Diritti d'autore  AP
Dimensioni di testo Aa Aa

La Serbia e il Kosovo si impegnano a costruire dei collegamenti ferroviari e un'autostrada tra Belgrado e Pristina. I presidenti dei due paesi firmano la lettera d'intenti a Monaco sotto l'egida dell'ambasciatore statunitense Richard Grenell, inviato speciale di Washington.

fermo immagine del video
Il presidente serbo Aleksandar Vučicfermo immagine del video

"Nel futuro staremo meglio e riusciremo a stabilizzare la regione e assicurare la pace per i prossimi decenni, che è una cosa molto importante per gli abitanti dei Balcani" dice il presidente serbo Aleksandar Vučic.

fermo immagine del video
Hashim Thaçifermo immagine del video

"La lettera d'intenti che abbiamo firmato oggi è un altro messaggio positivo. Indica che ci sarà più pace, più stabilità, più sviluppo, più lavoro. Questo è esattamente quello di cui il Kosovo, la Serbia e l'intera regione hanno bisogno, ribatte il presidente del Kosovo Hashim Thaçi.

Per il momento c'è solo un collegamento ferroviario tra Kraljevo nel centro della Serbia e Mitrovica nel nord del Kosovo. La maggior parte delle persone, per andare da un paese all'altro, affrontano il viaggio in auto attraverso strade secondarie tenute malissimo.

La firma della lettera di intenti per il momento è solo un gesto simbolico di disgelo tra i due Paesi. La Serbia non ha ancora ricosciuto l'indipendenza del Kosovo sancita nel 2008. L'ultimo dei conflitti che ha fatto implodere l'ex Jugoslavia è finito nel 1999. Ha fatto più di 13mila morti, di cui 11mila kosovari e 2mila serbi.

Oltre agli Stati Uniti, anche l'Unione europea si sta impegnando per la pacificazione dell'area.