ULTIM'ORA
This content is not available in your region

Capodanno col botto in Europa ma molti i limiti per i fuochi d'artificio

euronews_icons_loading
Capodanno col botto in Europa ma molti i limiti per i fuochi d'artificio
Diritti d'autore  fogo-de-atificio video
Dimensioni di testo Aa Aa

La notte di San Silvestro si avvicina e la voglia di salutare l'anno che se ne va, con lo scoppio di petardi e fuochi d'artificio, resta una consuetudine in molti paesi europei e del mondo. In Polonia e in Germania, dopo un lungo periodo di laissez-faire, si è arrivati a limitarne l'uso anche per salvaguardare gli animali i cui proprietari, soprattutto in Polonia, hanno espresso forti denunce.

Le autorità polacche fanno appello ai residenti a essere cauti nell'uso dei petardi, mentre in Svezia una recente legge ne ha proibito l'uso senza almeno un permesso specifico. Le autorità di alcune città tedesche, come Monaco Belrino e Amburgo, ne hanno parzialmente impedito l'uso limitatamente durante la notte di San Silvestro.

A Napoli la preoccupazione principale delle autorità quest'anno vengono dal petardo Quota 100 che prende il nome dalla misura di pensione anticipata varata dal Governo e la cui potenza è quasi pari a quella di una bomba, considerato a tutti gli effetti un petardo illegale.

Nella capitale è divieto assoluto di usare fuochi d'artificio, botti, petardi, razzi e altri materiali esplodenti dalle 00:01 del 31 dicembre alle 24 del 6 gennaio. La Sindaca Virginia Raggi ha firmato l'ordinanza che sarà in vigore in tutto il territorio di Roma Capitale. Multe fino a 500 euro oltre al sequestro amministrativo del materiale esplodente per chi decide di ignorare il divieto.