ULTIM'ORA
This content is not available in your region

Skopje, dopo il No di Bruxelles probabili elezioni anticipate

euronews_icons_loading
Skopje, dopo il No di Bruxelles probabili elezioni anticipate
Dimensioni di testo Aa Aa

Il primo ministro della Macedonia del Nord, Zoran Zaev, potrebbe dimettersi e mandare il paese a elezioni anticipate, dopo che il veto francese ha congelato fino al maggio 2020 la decisione sull'avvio di negoziati per l'adesione all'Unione europea.

Parlando ai giornalisti il premier socialdemocratico ha affermato che ora tocca agli elettori "pronunciarsi sulla strada da prendere", e si è detto "arrabbiato e deluso" per la decisione di Bruxelles, definita un "errore storico".

Critici anche i partiti dell'opposizione, che considerano "inadeguata" l'azione del governo, di cui chiedono le dimissioni.

Per domenica infine il capo dello Stato Stevo Pendarovski ha convocato una riunione con i rappresentanti di tutte le forze politiche per un esame della situazione e dei suoi riflessi sul piano dei fragili equilibri regionali.