ULTIM'ORA

Dialogo, fiducia, parternariato tra i paesi dell'Europa e dell'Asia

Dialogo, fiducia, parternariato tra i paesi dell'Europa e dell'Asia
Dimensioni di testo Aa Aa

Dialogo, fiducia, parternariato tra i paesi dell'Europa e dell'Asia. L’ex Astana, capitale del Kazakistan per 22 anni , ora è stata rinominata Nursultan. In questo periodo si è trasformata da una una piccola città di provincia in una metropoli di oltre un milione di abitanti. Quest'anno è stata anche la sede di una Conferenza Internazionale dei relatori dei Parlamenti.

In questa quarta edizione presenti delegazioni provenienti da oltre 60 paesi e una serie di organizzazioni parlamentari. L'ospite di quest'anno è stato il Presidente della camera bassa del Parlamento del Kazakistan, Nurlan Nigmatulin: “Oggi, il ruolo del dialogo parlamentare sta crescendo in tutto il mondo. Questi incontri, queste riunioni, ci permettono di trovare modi comuni, con diversi stati, per sviluppare le economie dei paesi."

Tanti gli argomenti discussi, come ci spiega Nurlan Nigmatulin: “Ci sono i problemi della digitalizzazione. Problemi ambientali. E poi si discute dell’utilizzo dell'intelligenza artificiale; penso che questi incontri aiutino a tenere aperto un dialogo che è molto importante oggi, in questo momento difficile."

SVILUPPO SICURO, LOTTA LO SPRECO ALIMENTARE E DIALOGO

Nelle sessioni del summit, così come negli incontri bilaterali, i parlamentari hanno discusso dei modi per garantire uno sviluppo sicuro e sostenibile in Europa e in Asia - una preziosa opportunità per la senatrice francese Nathalie Goulet: “Tutti noi sogniamo pace, sicurezza e benessere per tutti! Il mio lavoro verte sulla lotta allo spreco alimentare, per evitare di gettare via cibo! Perché metà delle persone muoiono di fame e allo stesso tempo l’altra metà del pianeta è a dieta.. c'è qualcosa di sbagliato in questo mondo! Il mio augurio sarebbe che ogni deputato tornasse nel suo paese e poi mettesse quest'argomento in cima all'ordine del giorno dei lavori del suo parlamento. Cercando di salvare la gente dalla fame!"

Sono sempre più numerosi i problemi che l'umanità deve affrontare e che necessitano di un approccio multilaterale. La Malesia ha una lunga storia di cooperazione tra i regimi e gli stati vicini: un'esperienza che il rappresentante malese Mohamad Ariff ha voluto condividere con i colleghi: "Il mondo è diventato così interconnesso, non possiamo concentrarci solo su uno o due paesi, deve essere più ampio!"

“Abbiamo tra gli obiettivi quello dello sviluppo sostenibile. L'idea di "non lasciare nessuno indietro" è un'idea potente! Perché lasciamo qualcuno alle spalle, tutti resteranno indietro. Quindi, dobbiamo avere pace, cooperazione, e dialogo. Basta con le guerre e e i conflitti! Bisogna avere un dialogo e risolvere tutti questi problemi. Le persone vogliono essere felici, sulla base di opportunità e prosperità condivise!, ha concluso Mohamad Ariff.

Prossimo appunto dei relatori dei parlamenti dei paesi eurasiatici tra un anno. Paese ospitante l’Indonesia.

Euronews non è più disponibile su Internet Explorer. Questo browser non è aggiornato da parte di Microsoft e non supporta le ultime novità. Ti suggeriamo di usare un altro browser come Edge, Safari, Google Chrome o Mozilla Firefox.