Euronews non è più disponibile su Internet Explorer. Questo browser non è aggiornato da parte di Microsoft e non supporta le ultime novità. Ti suggeriamo di usare un altro browser come Edge, Safari, Google Chrome o Mozilla Firefox.
ULTIM'ORA

Egitto: da youtube la protesta contro al Sisi

Egitto: da youtube la protesta contro al Sisi
Euronews logo
Dimensioni di testo Aa Aa

L'Egitto si sta rivoltando contro al Sisi per chiederne le dimissioni. Almeno una parte considerevole. Il presidente Al Sisi guida la nazione dal 2014. Eppure cinque anni fa, nelle elezioni venne, visto come "salvatore della patria" e vinse con oltre il 90% dei voti. Anche nel 2018 è stato riconfermato. La popolazione è però tornata in piazza dal 2013, anno in cui ci furono le grandi proteste verso il presidente Mohamed Morsi che venne poi deposto da un colpo di Stato.

La protesta è nata sui social e uno degli autori è un uomo dal nome e cognome famosi Mohamed Ali, che però non ha nulla a che vedere con il pugile americano scomparso.

Mohammed Alì critica la corruzione in Egitto

Alì, imprenditore e attore di 45 anni, ha cominciato a inizio settembre a pubblicare dalla Spagna video su YouTube contro il regime di Al Sisi, sostenendo che l’esercito egiziano stesse sprecando soldi pubblici in investimenti inutili e che il governo spendesse troppo. Alì ha avuto l'ardire di pronunciare una parola che in Egitto suona come una bestemmia: corruzione, additando gli sprechi di denaro pubblico. Qualcosa che nessuno aveva mai fatto in questo modo e che gli ha portato centinaia di migliaia di visualizzazioni.