Euronews non è più disponibile su Internet Explorer. Questo browser non è aggiornato da parte di Microsoft e non supporta le ultime novità. Ti suggeriamo di usare un altro browser come Edge, Safari, Google Chrome o Mozilla Firefox.
ULTIM'ORA

Jacques Chirac: l'omaggio di Emmanuel Macron

Jacques Chirac: l'omaggio di Emmanuel Macron
Euronews logo
Dimensioni di testo Aa Aa

I francesi piangono Jacques Chirac e, su tutti, a rendergli omaggio è stato stasera l’attuale presidente francese Emmanuel Macron che, alla notizia della morte, ha annullato gli impegni per ricordarlo all'Eliseo in un solenne messaggio TV.

"Ricordiamo stasera con emozione e affetto la sua libertà, la sua personalità, il talento che aveva per conciliare semplicità e grandezza, vicinanza e dignità, amore per la patria e apertura verso gli altri", ha detto Macron, e, ancora: "Un capo di Stato che ha saputo rappresentare il Paese nella sua complessità e nella sua diversità".

Diverse le manifestazioni di stima e senso di perdita verso l'ex presidente, a cominciare dalla presidente della Commissione europea Von der Leyen che ha twittato le sue condoglianze, così come l'ex presidente Juncker che ha sottolineato le qualità dell'uomo Chirac:

Da New York, il Segretario generale dell'ONU, Antonio Guterres ha ricordato l'impegno dell'ex presidente contro i cambiamenti climatici:

"Jaques Chirac era un vero pioniere nella lotta contro i cambiamenti climatici e ha messo il clima al centro dell'agenda internazionale già molto tempo fa. La Francia ha perso un grande statista completamente devoto alla democrazia e alla cooperazione internazionale e voglio rendergli omaggio".

Quinto presidente della quinta repubblica, Chirac ha avuto una parabola politica unica per la durata e per il prestigio delle cariche ricoperte. Anima del neogollismo, capo del suo partito, due volte primo ministro, 12 anni presidente della Repubblica, 18 sindaco di Parigi.

A 86 anni, indebolito dalla malattia, si è spento "serenamente", circondato dai suoi cari, nella casa parigina. Un ictus lo aveva colpito nel 2005,

Per ricordarlo si sono spente le luci della Tour Eiffel mentre le porte dell'Eliseo si apriranno a tutti coloro che vorranno ricordare l'ex presidente neogollista.

Lunedì prossimo sarà invece la volta del lutto nazionale in tutta la Francia, con una cerimonia in suo omaggio prevista a mezzogiorno.