ULTIM'ORA

La battaglia dimenticata: quei morti che fecero vincere la guerra

La battaglia dimenticata: quei morti che fecero vincere la guerra
Euronews logo
Dimensioni di testo Aa Aa

Questa jeep risale alla Seconda guerra mondiale ed è stata rimessa in moto per rendere omaggio a un militare americano morto per salvare l'Europa dai nazisti.

Jeep della Seconda guerra mondiale

Tutta la famiglia americana era questo fine settimana a Lunéville, nella regione della Lorena, nel nord-est della Francia, per rendere omaggio agli eroi dimenticati. Giovani uomini, che persero la vita nella foresta di Parroy, nel 1944.

I corpi sono stati rinvenuti da Philippe Sugg e dal suo amico Gerard Louis che attraversano la foresta da quando erano ragazzini. E insieme hanno trovato migliaia di oggetti risalenti alla guerra, tra le altre cose anche 43 corpi.

Da destra a sinistra Gerard Louis e Philippe Sugg: ricevono l'onorificenza USA

Gli Stati Uniti li hanno decorati con un'onorificenza molto singolare per ricordare una battaglia che spesso viene dimenticata.

Philippe Sugg oltre a essere un militare sul campo conosce molto bene la storia contemporanea e ci ricorda: "È una battaglia dimenticata. La battaglia di Lorena è durata 6 mesi, in Normandia sono stati 2 mesi. E le condizioni erano molto più difficili. In Normandia c'era il sole, qui c'erano fango, freddo, pioggia e durò dal 28 agosto al 16 marzo 1945".

Gerard Louis ha trovato personalmente Clayton Hellums: "Li abbiamo trovati, ho trovato personalmente Clayton Hellums. Lo abbiamo fatto rivivere, in un certo senso, è stato identificato, è tornato a casa, e ora la cosa che più mi tocca è che su questa pietra i loro nomi sono scritti per l'eternità "

Quando fu reclutato Clayton Hellums, viveva con la sua famiglia in una piccola fattoria nel nord del Mississippi. Prima di partire si fidanzò con Martha che aveva quasi dieci anni meno di lui. ERa la primavera del 1943.

Clayton Hellums, il soldato americano, morto nei boschi di Parroy

Nel gennaio dell'anno successivo si imbarcò, diretto in Gran Bretagna per partecipare alla spedizione del D-Day. Aveva un terribile presentimento: da questo guerra non sarebbe tornato.

Il funerale di Clayton nel 2010 negli USA

Morì il 9 ottobre 44. Il 9 ottobre 2010. Solo 66 anni dopo la sua morte, fu sepolto negli Stati Uniti con tutti gli onori del caso: "I suoi resti sono stati trovati nel 2003, ed è solo nel 2006 che il collegamento è stato fatto con i discendenti americani di Clayton. Harriet, lei è la nipote di Clayton, come ha reagito la tua famiglia a questa notizia?".

"Una donna chiamò e ci disse che un uomo in Francia aveva trovato una targa con scritto: caporale Clayton Hellums e un numero di serie e il nome Martha inciso all'interno. Abbiamo subito capito, perché Martha era la sua fidanzata quando partì si trattava di un dettaglio rivelatore".

La nipote di Clayton, Harriet Wright, intervistata da Laurence Alexandrowicz

Quest'anno ricorre il 75 ° anniversario della liberazione di molte città in Francia nel 1944.

La guerra finì fu fino all'8 maggio 1945 grazie anche al sacrificio dei 400 americani uccisi nella foresta di Parroy.

Euronews non è più disponibile su Internet Explorer. Questo browser non è aggiornato da parte di Microsoft e non supporta le ultime novità. Ti suggeriamo di usare un altro browser come Edge, Safari, Google Chrome o Mozilla Firefox.