Euronews non è più disponibile su Internet Explorer. Questo browser non è aggiornato da parte di Microsoft e non supporta le ultime novità. Ti suggeriamo di usare un altro browser come Edge, Safari, Google Chrome o Mozilla Firefox.
ULTIM'ORA

Crisi degli oppioidi in Oklahoma: la J&J farà ricorso contro multa record

Crisi degli oppioidi in Oklahoma: la J&J farà ricorso contro multa record
Euronews logo
Dimensioni di testo Aa Aa

La Johnson & Johnson farà appello contro la storica decisione del tribunale della contea di Cleveland che l'ha condannata al pagamento di 572 milioni di dollari per aver contribuito ad alimentare la crisi da oppioidi in Oklahoma. Si tratta del primo processo contro un produttore di oppioidi, e sarà considerato un termometro per le circa 2000 altre cause avviate negli Stati Uniti contro le imprese considerate responsabili della morte di 400 mila persone dal '99.

"Siamo molto contrariati e non siamo d'accordo con la decisione del giudice - ha dichiarato l'avvocato di Johnson & Johnson Sabrina Strong - Pensiamo che la decisione non tenga, ci sono molti elementi per ricorrere in appello".

Durissime, e di segno opposto, le parole del procuratore generale che non ha dubbi sulle responsabilità del marchio farmaceutico: "Johnson & Johnson - ha detto Mike Hunter, Procuratore Generale - sarà finalmente chiamata a rispondere dei migliaia di morti e le migliaia di dipendenze che ha causato. Abbiamo provato che la società ha costruito il suo brand da milioni di dollari per avidità e sulle spalle delle sofferenze di persone innocenti".

Secondo l'accusa la Johnson & Johnson è stata la prima a spingere i medici a superare una certa riluttanza a prescivere i farmaci: sono 18 milioni, su una popolazione di poco meno di 4 milioni di persone, le ricette per oppioidi prescritte dal 2015 al 2018 nello stato. 6000 i morti per overdose dal 2000.