Crisi di governo: una settimana di fuoco per il destino di Conte, Salvini, Di Maio e PD

C'eravamo tanto amati...
C'eravamo tanto amati... Diritti d'autore REUTERS/Remo Casilli/File Photo
Di Cristiano Tassinari
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
Copia e incolla il codice embed del video qui sotto:Copy to clipboardCopied

Sta per arrivare un'altra settimana rovente per la politica italiana. Nella crisi di governo di metà agosto può succedere ancora di tutto. Tra martedi e giovedi della prossima settimana si decide il destino di Conte, Salvini, Di Maio e del PD...

PUBBLICITÀ

Sta per arrivare un'altra settimana rovente per la politica italiana.
Nella crisi di governo di metà agosto può succedere ancora di tutto, come ha lasciato trasparire Matteo Salvini dalle dichiarazioni rilasciata a Castel Volturno.

"Sono orgoglioso di essere ministro degli Interni e spero di esserlo ancora a lungo".
Giornalista: Con questo governo?
"...di esserlo ancora a lungo!"
Matteo Salvini
46 anni, Ministro degli Interni - Italia
REUTERS/Ciro de Luca
Matteo Salvini a Castel Volturno.REUTERS/Ciro de Luca

L'agenda della prossima settimana

  • Martedi 20 agosto è prevista l'informativa del premier Giuseppe Conte davanti al Senato. Dopo le parole del Presidente del Consiglio, come previsto dal regolamento, i senatori potrebbero discutere delle risoluzioni.
  • Mercoledi 21, poi, Conte è atteso alla Camera dei Deputati.
  • Giovedi 22, infine, la Camera si dovrebbe riunire per votare la riforma sul taglio dei parlamentari, che è stata anticipata rispetto alla data inizialmente prevista del 9 settembre.

Nel frattempo, almeno fino a martedi, continueremo ad assistere a "strappi", mosse e contromosse di tutte le parti in causa (Salvini, Cinquestelle e, all'orizzonte, il PD).

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Un altro anno se ne va... I conti italiani del 2019 fra paure speranze e rabbia

Governo: respinta la sfiducia contro Salvini e Santanchè

Sovranisti riuniti a Roma, Salvini: "No a von der Leyen, Macron guerrafondaio"