This content is not available in your region

Caso Orlandi, riprese le ispezioni presso il cimitero teutonico del Vaticano

Access to the comments Commenti
Di Simona Zecchi
euronews_icons_loading
Caso Orlandi, riprese le ispezioni presso il cimitero teutonico del Vaticano
Diritti d'autore  Vatican Media/­Handout via REUTERS

Sono riprese le ispezioni nel campo santo del collegio teutonico vaticano, disposte per fugare ogni dubbio sulla eventuale presenza di resti della 15enne scomparsa a Roma il 22 giugno 1983, Emanuela Orlandi.

Leggi anche ➡️ Le "rivelazioni" dell'ex attentatore di Papa Giovanni Paolo II, Ali Agca

Sono stati sei i sacchi di ossa esaminati sabato 27 luglio, intanto, come riferito alla stampa dal fratello della ragazza Pietro Orlandi. A essere cruciale sarà la datazione dei reperti.

Si è trattata della seconda giornata di esami dopo che una settimana prima erano iniziate le operazioni avviate in seguito a una segnalazione alla famiglia. Il perito nominato dagli Orlandi, il genetista Giorgio Portera, in quell'occasione all'uscita dal Vaticano aveva parlato di migliaia di ossa rinvenute nel cimitero Teutonico.

Leggi anche➡️ Tombe vuote e una stanza segreta

Una possibile occultazione del cadavere - o all'epoca della scomparsa o successivamente a essa - è tra le ipotesi messe al vaglio dalla famiglia.

Al Campo Santo Teutonico oltre al professor Arcudi e al suo staff, ha operato il personale della Fabbrica di San Pietro e del Cos, il Centro Operativo di Sicurezza della Gendarmeria Vaticana.