Euronews non è più disponibile su Internet Explorer. Questo browser non è aggiornato da parte di Microsoft e non supporta le ultime novità. Ti suggeriamo di usare un altro browser come Edge, Safari, Google Chrome o Mozilla Firefox.
ULTIM'ORA

Beji Caid Essebsi: il Presidente della transizione democratica

Beji Caid Essebsi: il Presidente della transizione democratica
Euronews logo
Dimensioni di testo Aa Aa

È morto all'età di 92 anni il presidente tunisino Beji Caid Essebsi. Una delle sue ultime a**pparizioni pubbliche fu a fine di maggio. Il Presidente tunisino** prese parte a un vertice della Lega Araba alla Mecca in Arabia Saudita. Tra tutti i leader presenti era il più anziano.

Quinto presidente della Repubblica di Tunisia con mandato presidenziale dal 31 dicembre 2014, Essebsi fu il primo scelto con libere elezioni nella storia del Paese, tre anni dopo la caduta della dittatura di Zine el Abidine ben Ali con la Primavera araba.

La sua carriera politica inizia tuttavia molto lontano. Nato nel 1926, Essebsi ricoprì diversi incarichi di ministro sotto la presidenza del padre della patria Habib Bourguiba, guidando in periodi diversi Interno, Difesa ed Esteri. Fu, quindi, presidente del Parlamento dal 1990 al 1991. Dopo un breve allontanamento dalla politica, nel 2000 Essebsi torna sulla scena. La sua figura si impone con forza soprattutto nel periodo successivo alla Rivoluzione dei Gelsomini del 2010-2011.

Il regime di Ben Ali viene rovesciato dalla protesta popolare. Essebsi viene scelto come primo ministro, guidando il Paese fino alle prime elezioni libere, quelle del 23 ottobre 2011. Tre anni dopo, la corsa alle presidenziali, sotto la bandiera del partito da lui creato, Nidaa Tounès. Un trionfo. Essebsi diventa il primo capo di stato eletto democraticamente in Tunisia.

Con il suo partito molto eterogeneo, Essebsi cercò di creare una forza laica, pur mantendo alcune abitudini proprie del vecchio regime. Tra critiche e consensi, a 88 anni, promise di essere “il Presidente di tutte le donne e gli uomini tunisini, senza esclusione. Due anni fa, a 90 anni, pronunciò queste parole, rimaste impresse nella mente di molti: “Bisogna voltare la pagina del passato e guardare al futuro”.