Euronews non è più disponibile su Internet Explorer. Questo browser non è aggiornato da parte di Microsoft e non supporta le ultime novità. Ti suggeriamo di usare un altro browser come Edge, Safari, Google Chrome o Mozilla Firefox.
ULTIM'ORA

Ucraina: il trionfo di Zelenskyi

Ucraina: il trionfo di Zelenskyi
Euronews logo
Dimensioni di testo Aa Aa

Il partito del Presidente ucraino Volodymyr Zelenskyi reclama la maggioranza assoluta della Verkhovna Rada il giorno dopo le elezioni legislative.

Il trionfo annunciato di Servo del Popolo si conferma con cifre stabilmente al di sopra del 40%.

"Congratulazioni a tutti! È un grande risultato! Il 73% sarebbe stato meglio - scherza Zelenskyi ricordando il suo risultato alle presidenziali - ma siamo grati, io e tutti gli altri, siamo grati al popolo ucraino per il sostegno. Grazie".

"Tre mesi dopo l'elezione di Zelenskyi a presidente dell'Ucraina, la festa si ripete nel quartier generale del partito a Kiev - dice la giornalista di Euronews, Natalia Liubchenkova - Oggi è il giorno della gioia, più tradi si discuteranno le posizioni nei ruoli chiave del potere".

Per il toto-premier c'è il nome di Andriy Bogdan, già capo di gabinetto dal nuovo presidente. Bogdan è l'ex avvocato di Ihor Kolomoisky, il proprietario dell'emittente televisiva che trasmette gli show di Zelensky e che subito dopo la sua vittoria alle presidenziali ha fatto ritorno dall'esilio.

"Manteniamo la rotta filoeuropea, dovremmo annullare la legge sull'impunità per i deputati, dobbiamo rinnovare il governo e introdurre la legge sull'impeachment del presidente", promette il neo eletto Eugen Bragar del partito Servo del Popolo.

È la prima volta dall'indipendenza dell'ex repubblica sovietica che un partito raggiunge la maggioranza assoluta. Circa il 75% degli eletti sarà al debutto, mentre tutta la precedente generazione politica fa le valigie. La maggioranza assoluta sarebbe raggiunta con l'elezione diretta di molti deputati.

"La legge elettorale ucraina prevede un sistema misto proporzionale e maggioritario - spiega Iryna Bekeshkina, direttrice della Fondazione per le Iniziative Democratiche Ilko Kucheriv - Metà dei parlamentari viene eletta dalle liste di partito e un'altra metà nei collegi uninominali. Dalla liste dei partiti si vede già che più della metà dei seggi andrà al partito del presidente. Se "Servo del popolo" otterrà la maggioranza assoluta non dovrà cercare alleati e sarà in grado di governare da solo".

Secondo la Banca mondiale, la crescita in Ucraina frenerà nel 2019 e potrebbe deteriorarsi ulteriormente se non verranno attuate le riforme. Dal 2014 l'Unione europea ha erogato più di "15 miliardi di euro di prestiti e finanziamenti.