Euronews non è più disponibile su Internet Explorer. Questo browser non è aggiornato da parte di Microsoft e non supporta le ultime novità. Ti suggeriamo di usare un altro browser come Edge, Safari, Google Chrome o Mozilla Firefox.
ULTIM'ORA

Euronews Sera | TG europeo, edizione di venerdì 21 giugno 2019

Euronews Sera | TG europeo, edizione di venerdì 21 giugno 2019
Euronews logo
Dimensioni di testo Aa Aa

Stasera in primo piano la crisi tra Stati Uniti e Iran. Chissà chi ha fermato la mano del presidente americano Donald Trump appena 10 minuti prima che lanciasse un'offensiva contro obiettivi iraniani in un’escalation di tensione che dura da mesi. La notizia dell’attacco imminente e del ripensamento last minute è arrivata proprio a ridosso della fine del consiglio europeo, ma Bruxelles per il momento sulla questione mantiene una posizione attendista e non ha tratto conclusioni durante i lavori.

Si è chiuso con un nulla di fatto il consiglio europeo sulle nomine delle più alte cariche UE. Tutto rimandato al vertice straordinario del 30 giugno. Le quotazioni degli Spitzenkandidaten scendono, nessuno di loro ha i numeri per diventare presidente della commissione europea.

Sempre più complicata la trattativa tra l’Italia e Bruxelles, in pochi giorni Roma deve trovare 7 miliardi per evitare la procedura d’infrazione con conseguenti sanzioni.

In piazza per l'ambiente ad Aquisgrana in Germani per chiedere lo stop delle emissioni inquinanti, proprio dove c'è una grande miniera di carbone.

Ora la Georgia dove la presenza di un parlamentare russo filo-Putin al parlamento georgiano ha scatenato la piazza ieri sera quando una folla oceanica ha praticamente assalito il palazzo. Euronews ha raggiunto al telefono il parlamentare russo ospite a Tbilisi.

In Spagna una sentenza esemplare della corte suprema ha condannato 5 uomini colpevoli di stupro. In primo grado la sentenza era stata leggera e migliaia di spagnoli si erano indignati, d’altronde il Paese si sforza per emanciparsi da un sostrato culturale machista ancora presente.

Chiudiamo con il festival di musica gnaoua di Essaouira, in Marocco; la musica gnaoua nata tra gli africani di origine sub-sahariana è diventata parte integrante della cultura marocchina e ogni anno richiama migliaia di fan nella cittadina costiera.