EventsEventiPodcasts
Loader
Find Us
PUBBLICITÀ

Gli USA incriminano Assange: il fondatore di Wikileaks rischia 170 anni di carcere

Gli USA incriminano Assange: il fondatore di Wikileaks rischia 170 anni di carcere
Diritti d'autore  REUTERS/Peter Nicholls
Diritti d'autore  REUTERS/Peter Nicholls
Di Simona Zecchi
Pubblicato il Ultimo aggiornamento
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
Copia e incolla il codice embed del video qui sotto:Copy to clipboardCopied

Resta di sapere se dopo il suo arresto a Londra, l'11 aprile scorso, sarà estradato negli Stati Uniti come richiesto dalle autorità di Washington.

PUBBLICITÀ

Spiccati 17 capi di accusa per il fondatore di Wikileaks, Julian Assange che rischia 170 anni di carcere. Un'azione senza precedenti per aver violato, secondo le accuse, la ' legge dello spionaggio', l'Espionage act, pubblicando nel 2010 documenti diplomatici e militari top secret.

Si tratta dei documenti che furono trafugati dall'ex analista dell'intelligence Usa, Chelsea Manning, e passati poi all'organizzazione di Assange. Ai 17 capi d'accusa si va ad aggiungere un ulteriore, spiccato un mese prima dal dipartimento di giustizia americano e che potrebbe far salire a 18 le accuse.

"Una minaccia contro tutti i giornalisti", le ha definite il legale di Assange subito dopo l'incriminazione. Resta di sapere se dopo il suo arresto a Londra, l'11 aprile scorso, sarà estradato negli Stai Uniti come richiesto dalle autorità di Washington.

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Wikileaks: Assange, processo per l'estradizione a febbraio

Chelsea Manning: la talpa di Wikileaks punta al Senato

Il tribunale di Londra ha deciso: Assange può appellarsi contro l'estradizione negli Stati Uniti