ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

La Juventus è campione d'Italia per l'ottavo anno consecutivo

La Juventus è campione d'Italia per l'ottavo anno consecutivo
Dimensioni di testo Aa Aa

La Juventus dimentica (anche se solo per qualche ora) la debacle in Champions League e conquista l'ottavo scudetto consecutivo, battendo di misura in casa la Fiorentina. Per Cristiano Ronaldo è il primo successo nel campionato italiano, per i bianconeri si tratta invece del numero 35, in 122 anni di storia.

Dopo la Spal la scorsa settimana, anche la viola ci ha provato a rimandare ancora una volta la festa degli uomini di Allegri, andando in vantaggio con Nikola Milenković al sesto minuto di gioco. Ma la Vecchia Signora ha recuperato con una rete di Alex Sandro al 37' e grazie a un autogol di German Pezzella nella ripresa. Gli uomini di Massimiliano Allegri si portano così a +20 sul Napoli. Un vantaggio non più recuperabile per i partenopei di Carlo Ancelotti, impegnati lunedì sera nel posticipo contro l’Atalanta.

Uno su tre

Inutile nasconderlo. L'obiettivo di questa Juve a inizio stagione era un altro. O, per lo meno, era questo, più altri due. Con CR7 arrivato a sorpresa la scorsa estate alla corte di Allegri, la dirigenza juventina e i suoi tifosi puntavano al triplete: campionato, Coppa Italia e soprattutto Champions League. Quella coppa dalle grandi orecchie che a Torino non vedono da ben 23 anni, ma che hanno sfiorato per due volte negli ultimi quattro. Prima è sfumata la Coppa Italia, per mano della Dea ai quarti di finale. Poi ci ha pensato l'Ajax dei giovani talenti, solo quattro giorni fa, a spegnere i sogni dei torinesi che, dopo il successo in rimonta sull'Atletico Madrid agli ottavi, ci speravano, eccome. Triplete rimandato quindi, per Chiellini & co. che si devono accontentare dello scudetto (il 37esimo per gli juventini, che contano anche i due tolti da "Calciopoli").

Il futuro

Intanto si inizia già a parlare di futuro. Su quello del tecnico, ci aveva già pensato il presidente Agnelli a rassicurare dopo il bruciante k.o. in Europa: "Andiamo avanti con Allegri", aveva dichiarato. Ma sono in molti a credere che non sarà così. Le alternative che starebbero studiando a Torino sono due grandi ritorni. Quello di Antonio Conte, disoccupato da quasi un anno dopo l'esperienza al Chelsea. E quello di Didier Deschamps, che è ancora ct della nazionale francese, ma che potrebbe anche lasciare, essendo già salito con i Bleus sul tetto del mondo.

Altro punto interrogativo - soprattutto visti i gesti ripresi dalle telecamere durante la partita contro l'Ajax - è Cristiano Ronaldo. Il fuoriclasse portoghese ha un contratto (da 30 milioni di euro l'anno!) fino al 2022. Ma i media spagnoli lo vogliono in partenza già dopo questa stagione. Il cinque volte Pallone d'Oro, però, subito dopo la vittoria del suo primo scudetto, alla domanda della giornalista “Resterai al 100%?” non ha esitato, come vedete nel video qui sotto:

Trionfa anche la Juve al femminile

E la Juventus festeggia due volte in questo sabato di fine aprile. Poche ore prima della vittoria degli uomini, era infatti toccato alle donne laurearsi campionesse d'Italia per il secondo anno consecutivo (e per la seconda volta in assoluto, dato che la squadra è stata fondata nel 2017). Le ragazze di Rita Guarino hanno battuto per 3-0 il Verona, lasciando le dirette inseguitrici, Fiorentina e Milan, rispettivamente a -1 e -5 punti in classifica.