EventsEventiPodcasts
Loader
Find Us
PUBBLICITÀ

Notre-Dame, vignetta satirica sull'ipocrisia delle donazioni diventa virale

Notre-Dame, vignetta satirica sull'ipocrisia delle donazioni diventa virale
Diritti d'autore 
Di Kelly Valencia, Matthew Holroyd
Pubblicato il
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
Copia e incolla il codice embed del video qui sotto:Copy to clipboardCopied

"Se questo iceberg avesse la forma di Notre-Dame, vedrai come i ricchi del pianeta farebbero a gara per salvarlo"

PUBBLICITÀ

È diventato virale il fumetto di un artista in cui, in maniera satirica, critica l'ipocrisia dei ricchi del pianeta che fanno a gara per donare milioni di euro per Notre-Dame ma nulla fanno contro l'emergenza climatica. Il vignettista del francese Alexis Delahaye suggerisce che tutti questi soldi potrebbero essere spesi anche per la salvaguardia del pianeta su cui viviamo. Delahaye, che disegna sotto pseudonimo di Silex, ha postato questa vignetta in cui si legge: "Ti giuro, con questa forma, il mondo intero si preoccuperà", facendo ovvio riferimento alla cattedrale parigina devastata da un incendio lunedì scorso.

Un autre drame....

Publiée par SILEX Dessinateur-Illustrateur sur Mardi 16 avril 2019

Nei giorni successivi al rogo di Notre-Dame, diversi grandi imprenditori hanno annunciato donazioni per centinaia di milioni di euro - alcuni, come Pinault, hanno già annunciato l'intenzione di non usufruire degli sgravi fiscali ad esse connessi. La cifra raccolta viaggia intorno al miliardo di euro.

Una risposta così rapida ma soprattutto sostanziosa ha generato un acceso dibattito sui social media. 

"Questi super-ricchi ci hanno rubato la tristezza, il momento... un momento di comunione. Hanno tirato fuori le loro carte di credito e i loro centinaia di milioni di dollari", ha commentato a The Cube, il programma di Euronews, il creatore della vignetta, Silex. L'illustrazione è stata ricondivisa più di 40mila volte su Facebook (18 aprile).

Altre voci si sono unite al coro delle critiche. L'attore britannico David Schneider ha espresso la sua preoccupazione su Twitter: "Se tutti noi potessimo assistere, con orrore, alla distruzione del nostro pianeta allo stesso modo in cui abbiamo guardato con orrore la distruzione di Notre-Dame, potremmo fare di più per fermarla. #ExtinctionRebelion."

Martedì scorso, l'attivista Greta Thunberg ha esortato gli eurodeputati a dare ai cambiamenti climatici la stessa importanza che hanno dato a Notre Dame. "Se si vuole agire i mezzi si trovano. Kennedy disse 'andiamo sulla Luna' e dopo qualche anno ci si andò. Notre Dame è andata a fuoco e in poche ore si sono trovati milioni di euro".

"Ma la nostra è una sfida ancora più difficile da affrontare. La nostra economia dipende dalle stesse fonti fossili che distruggono l'ecosistema. Dobbiamo ascoltare gli scienziati - ha detto l'attivista svedese - Ma voi potenti non ci ascoltate, non volete comprendere. Non siete interessati alla scienza, siete interessati solo a continuare a fare quello che fate ora. Ma il cambiamento sta arrivando, la natura è interessata solo ai gas serra immessi nell'atmosfera. Le emissioni devono fermarsi".

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Bocciata l'ipotesi Notre-Dame "moderna", sarà un restauro fedele all'originale

Parigi, completata la struttura del tetto di Notre Dame: i festeggiamenti del team di falegnami

Cattedrale di Notre Dame, Macron visita il cantiere