Euronews non è più disponibile su Internet Explorer. Questo browser non è aggiornato da parte di Microsoft e non supporta le ultime novità. Ti suggeriamo di usare un altro browser come Edge, Safari, Google Chrome o Mozilla Firefox.

ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

I cibi dimenticati e quelli che stai per dimenticare, in una mostra itinerante

I cibi dimenticati e quelli che stai per dimenticare, in una mostra itinerante
Dimensioni di testo Aa Aa

I cibi dimenticati, quelli che rischiano di esserlo e quelli che proprio non dovrebbero essere dimenticati: mancano solo i piatti che vorresti dimenticare, quelli delle cattive esperienza culinarie.

Prima tappa allo Spritmuseum di Stoccolma, per la mostra dal titolo "What you didn’t know existed. Endangered food from around the world", interattiva e sui generis, fatta di gusto di scoperta e d'incontro.

La tappa svedese sarà seguita da Belgrado nell'ottobre prossimo, Bruxelles nella primavera 2020 e Pollenzo nell'estate successiva.

Ma gli organizzatori sperano in ulteriori adesioni, da parte di altri enti.

Protagonisti dell'esposizione, oltre alle opere d'arte a tema e alle installazioni multimediali, sono i 5.000 cibi dell'Arca di Slow Food e alcuni migranti, che incontrano i visitatori e raccontano.

Raccontano delle loro esperienze culinarie, dei cibi che non conoscete o conoscete poco, delle loro tradizioni.

E poi un concorso, con alcuni chef che devono elaborare delle ricette (ispirate all'anno europeo del patrimonio culturale e alla tutela della biodiversità) a partire dai cibi tradizionali, con priorità per i cibi dell'Arca del Gusto, dei presidi slow food e ai cibi migranti.

La mostra si inquadra nelle attività di Slow Food per il progetto Food is Culture, finanziato dal programma Creative Europe e con il contributo della Fondazione CRC di Cuneo.