Euronews non è più disponibile su Internet Explorer. Questo browser non è aggiornato da parte di Microsoft e non supporta le ultime novità. Ti suggeriamo di usare un altro browser come Edge, Safari, Google Chrome o Mozilla Firefox.

ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Israele al voto: Netanyahu gioca la carta Trump

Israele al voto: Netanyahu gioca la carta Trump
Dimensioni di testo Aa Aa

Seggi aperti in Israele per eleggere la nuova Knesset, formata da 120 membri, e decidere se concedere il quinto mandato a Benjamin Netanyahu che potrebbe diventare il premier più longevo di sempre. Complici soprattutto le recenti accuse di corruzione, pero', i sondaggi lo danno indietro rispetto al suo principale avversario, il centrista, ex capo di Stato maggiore, Benny Gantz. Quest'ultimo ha giocato fino all'ultimo la carta della ricerca di consensi in Europa,

Netanyahu, invece, ha basato la campagna elettorale sui buoni raporti con il presidente degli Stati Uniti Donald Trump che ha sempre appoggiato il Premier in carica in politica sia estera che interna. Dopo essere usciti dall’accordo sul nucleare con l’Iran e aver imposto nuove sanzioni; dopo aver trasferito l’ambasciata americana a Gerusalemme riconoscendola come capitale dello Stato ebraico fino al riconoscimento pubblico della sovranità di Israele sulle Alture del Golan.

Bill Nealy, corrispondente della NBC per Euronews "Netanyahu ha una carta Trump nella sua tasca posteriore. Puo' sembrare una metafora, ma non lo è. In Israele sembra quasi che Donald Trump sia il suo compagno di corsa in queste elezioni. Trump campeggia sui manifesti elettorali, nei video promozionali e nei discorsi ufficiali nei quali il Premier spiega sempre quanto il presidente americano sia vicino al popolo di Israele. Alle urne molti israeliani saranno forse riluttanti a gettare via questa relazione vantaggiosa e unica. Ma la politica israeliana è tutta incentrata sugli accordi. I sondaggi suggeriscono a Netanyahu di formare una coalizione di governo se vuole diventare il leader di Israele più longevo di sempre".