Euronews non è più disponibile su Internet Explorer. Questo browser non è aggiornato da parte di Microsoft e non supporta le ultime novità. Ti suggeriamo di usare un altro browser come Edge, Safari, Google Chrome o Mozilla Firefox.

ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Venezuela: revocata l'immunità a Juan Guaidó

Venezuela: revocata l'immunità a Juan Guaidó
Dimensioni di testo Aa Aa

L'Assemblea Nazionale Costituente venezuelana, organo a maggioranza governativa, ha autorizzato l'incriminazione e la revoca dell'immunità dell'autoproclamato presidente ad interim Juan Guaidó. La decisione, adottata su proposta del Tribunale supremo di giustizia, si fonda sull'accusa di aver violato il divieto di lasciare il Paese.

Un via libera formale, sostiene l'opposizione, alla possibilità di arrestare Guaidó il quale, disconoscendo la legittimità della decisione, ha tuttavia dichiarato di non poter escludere nello prossime ore un "sequestro" da parte del governo di Maduro. Un caso di fronte al quale il capo dell'opposizione antichavista ha chiesto ai suoi sostenitori di reagire con una mobilitazione permanente. L'autoproclamato presidente ad interim, che ha rinnovato il suo appello all'esercito perchè prenda una posizione a fianco dell'opposizione, ha nuovamente invocato l'intervento di forze militari straniere in aiuto all'opposizione, come recita l'art 187 della costituzione venezuelana.

"Pensano di continuare minacciandoci, squalificandoci e rapendoci - ha detto Guaidó -Ebbene, sbagliano perchè come sempre noi mostriamo la nostra faccia al popolo, e continueremo a farlo fino a che non otterremo liberta per il Venezuela". Il capo dell'opposizione al regime chiavista ha chiamato i suoi sostenitori a una mobilitazione di massa sabato prossimo.

Intanto continuano le tensioni al confine: qualche centinaio di venezuelani ha forzato il posto di blocco realizzato con i container dalla guardia nazionale sul ponte Simon Bolivar, alla frontiera con la Colombia. Secondo il quotidiano El nacional, l'innalzamento del livello del fiume Tàchira ha reso impraticabili i percorsi alternativi per varcare il confine, per questo molti venezuelani si sono riversati sul ponte per tentare la fuga dal Paese.