Venezuela, Guaidó interdetto dalla politica per 15 anni

Venezuela, Guaidó interdetto dalla politica per 15 anni
Di Euronews
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
Copia e incolla il codice embed del video qui sotto:Copy to clipboardCopied

La Controlaria Generale lo accusa di evasione per non aver dichiarato le somme spese nei suoi viaggi

PUBBLICITÀ

Una decisione "miserabile". Così Juan Guaidò, il "presidente autoproclamato del Venezuela", che dal 10 gennaio si presenta come il legittimo rappresentante del suo paese grazie al riconoscimento degli Usa e di una cinquantina di altri stati, ha bollato l'inabilitazione pronunciata a suo carico dalla Contraloria General che stabilisce per lui 15 anni di interdizione dai pubblici uffici.

La decisione, motivata dalla mancata denuncia di 310 milloni di bolívares usati per finanziare i suoi viaggi e 260 milloni per spese alberghiere in Venezuela e all'estero, viene considerata illegittima da Guaidò, che non riconosce la legalità delle elezioni di maggio 2018 che confermarono alla presidenza Nicolas Maduro.

La pronuncia della Contraloria arriva mentre nel paese si gioca un braccio di ferro a distanza tra Washington, che punta a rovesciare il regime al potere a Caracas, e Mosca, che pochi giorni fa ha inviato aiuti materiali e consiglieri militari per aiutare il Venezuela a superare la crisi.

Intanto in questo scenario, si è riunito a Quito, in Ecuador, presieduto da Federica Mogherini, il Gruppo di contatto formato da paesi europei e americani, che tentano di trovare una soluzione politica al conflitto.

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Venezuela terzo blackout, ospedali chiusi

Le donne venezuelane si sono imposte come figure chiave nel lavoro della pesca

Ballano i diavoli in Venezuela