ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Algeria: proteste senza tregua, Lamamra vola a Mosca

Algeria: proteste senza tregua, Lamamra vola a Mosca
Dimensioni di testo Aa Aa

Centinaia di migliaia di manifestanti continuano sfilare per le strade di Algeri, invitando il Presidente Bouteflika a dimettersi.

Quest'ultimo, al Governo da 20 anni, ha annunciato che non si ricandiderà, pur rimanendo in carica sino all'adozione di una nuova Costituzione.

Intanto, il vice Premier nonché Ministro degli Esteri algerino, Lamamra, ha incontrato a Mosca il suo omologo russo, Lavrov.

Ramtane Lamamra, vice Primo Ministro algerino:

"È una fase speciale della nostra storia, la peculiarità sta nel fatto che i giovani algerini hanno preso l'iniziativa da soli e hanno attivamente promosso cambiamenti significativi nella struttura politica del Paese".

Lamamra si trova nel mezzo di un ciclo di visite che lo porterà anche in Germania e Cina, dopo essere stato a Bruxelles, Parigi e Roma.

Sergei Lavrov, Ministro degli Esteri russo:

"Il dato principale è che il popolo algerino risolverà da solo i propri problemi e gli affari interni basandosi sulla Costituzione, nel rispetto delle norme internazionali".

Il vice Premier algerino è alla ricerca del sostegno di importanti partner internazionali, in vista della transizione che attende il Paese nordafricano.

Intanto, dopo il rinvio delle elezioni, precedentemente fissate per il 18 aprile, i coordinatori dei manifestanti invocano una generazione di nuovi leader per soppiantare quella attuale.