Euronews non è più disponibile su Internet Explorer. Questo browser non è aggiornato da parte di Microsoft e non supporta le ultime novità. Ti suggeriamo di usare un altro browser come Edge, Safari, Google Chrome o Mozilla Firefox.
ULTIM'ORA

Shamima Begum, una "sposa dell'Isis" che vuole tornare: ma le tolgono il passaporto

Shamima Begum, una "sposa dell'Isis" che vuole tornare: ma le tolgono il passaporto
Euronews logo
Dimensioni di testo Aa Aa

Il Regno Unito toglie la cittadinanza britannica a Shamima Begum, una ragazza inglese di ora 19 anni diventata una sposa dell'Isis.

"Riportatemi a casa"

Dal campo profughi di al-Hawl, nel nord della Siria, Shamima ha concesso un'intervista, in cui ha dichiarato di voler tornare nel Regno Unito ("Riportatemi a casa", il titolo del Times), poiché è preoccupata per il benessere del suo bambino, nato domenica scorsa.
Dal marito combattente dell'Isis, Shamima ha avuto altri due figli, però morti.

Senza passaporto, Shamima non può tornare

Intanto, il Ministero dell'Interno britannico - con una lettera inviata alla famiglia - ha confermato l'intenzione di cancellare a Shamima, considerata "sposa jihadista". la cittadinanza inglese.
[**Senza passaporto, la ragazza non potrà tornare nel Regno Unito.

**

La comunicazione del Ministero dell'Interno inglese.

"Stiamo considerando tutte le vie legali per contestare questa decisione", ha spiegato Mohammed T. Akunjee, l'avvocato della famiglia di Shamima, che vive tuttora nel Regno Unito.

Evidente la delusione della famiglia Begum, come riportato dall'avvocato sul suo profilo Twitter.

Lo stesso avvocato londinese ha pubblicato, altresì, alcuni dei commenti ricevuti, fatti di ingiurie e insulti nei suoi confronti, accusato di difendere una terrorista.

L'intervista

Shamina si domanda: "Un errore tornare...o andare là?"

Reporter: "Un errore andare là, sotto lo Stato Islamico?"

"Un errore andare in Siria? Forse sì, ma non me ne pento".
Shamima Begum
"Sposa dell'Isis"

Shamima:
"In un certo senso sì, ma non me ne pento perché mi ha cambiato come persona, mi ha reso più forte, più dura, Ho sposato mio marito, non avrei trovato qualcuno come lui nel Regno Unito. Ho avuto i miei figli, sai? Ho passato dei bei momenti là. È solo che alla fine, le cose si sono fatte più difficili e non potevo restare, dovevo andarmene".

Shamima Begum durante l'intervista.

Quella fuga tra adolescenti...

Shamima, allora 15enne, faceva parte di un gruppo di tre studentesse inglesi che il 17 febbraio 2015 lasciarono Londra per la Siria - e poi vennero riprese dalle telecamere della stazione degli autobus di Istanbul, immagini che fecero il giro del mondo - dopo aver raccontato alla famiglia di uscire per una normale giornata tra amiche.
Le altre due ragazze sono Amira Abase, all'epoca 15 anni, e Kadiza Sultana, 16. Quest'ultima, secondo la famiglia, è morta in un raid russo su Raqqa.
Di Amira) non ci sono più notizie.

Le tre adolescenti in fuga, riprese dalle telecamere della stazione degli autobus di Istanbul.