La 'sposa jihadista' perde il figlio, polemiche nel Regno Unito

La 'sposa jihadista' perde il figlio, polemiche nel Regno Unito
Di Stefania De Michele
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
Copia e incolla il codice embed del video qui sotto:Copy to clipboardCopied

Il bambino è morto in un campo profughi siriano.

PUBBLICITÀ

La notizia e la sua smentita si sono rincorse per ore, sino all'ultimo annuncio: il bambino della "sposa jihadista" britannica Shamima Begum è morto in un campo profughi siriano.

La vicenda è al centro delle critiche che hanno investito il ministro dell'Interno del Regno Unito, Javid. Jarrah - questo il nome del bambino - era un cittadino britannico, dice il legale della famiglia di Shamima Begum a cui è stata revocata la cittadinanza.

Il ministro dell'Interno britannico, Sajid Javid

Il bimbo era nato nel febbraio scorso nel campo profughi dove attualmente vive la diciannovenne, scappata di casa a sedici anni con altre due amiche per sposare un militante del sedicente Stato Islamico.

La storia di Shamima ha scosso l'opinione pubblica del Regno Unito. Assistere alle decapitazioni e vedere le teste mozzate degli ostaggi non l'ha turbata, ha dichiarato la ragazza, che ha anche detto ai giornalisti che avrebbe voluto crescere suo figlio in Gran Bretagna.

La donna ha perso altri due bambini.

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Shamima Begum, una "sposa dell'Isis" che vuole tornare: ma le tolgono il passaporto

Diagnosi di tumore per re Carlo III, il principe William e Camilla assumeranno impegni pubblici

Irlanda del Nord, Rishi Sunak incontra il nuovo governo locale: O'Neill e Little-Pengelly